Ancora in piazza per la scuola. Chiassai raccoglie istanze e promette incontro

Manifestazione per la scuola anche ad Arezzo, come in altre 60 città italiane.

Promossa dalla sezione locale del coordinamento nazionale “Priorità alla scuola” l’iniziativa, che ha visto circa 100 partecipanti, è partita da piazza San Domenico fino a piazza della Libertà.

Dal palazzo della Provincia è scesa anche la presidente Chiassai che ha raccolto le istanze di famiglie, insegnanti, studenti, personale scolastico ed ha garantito di organizzare un incontro nei prossimi giorni.

Le richieste, come spiega la coordinatrice Sarà Turrini, vertono sempre sulla necessità di maggiori risorse per personale e spazi in modo da garantire il ritorno a scuola in presenza a settembre.

La preoccupazione è molta, dato che al momento per la ripartenza dell’anno scolastico si palesa il mantenimento della Dad per le superiori e turni, con lezione anche il sabato, per elementari e medie.

Secco no dei manifestanti anche alla diminuzione della durata delle lezioni.