“Bella Bestia” al Teatro Pietro Aretino per il debutto di Z Generation meets Theatre

Saranno i vissuti ironici, dolorosi e taglienti di due artiste toscane d’eccezione, Francesca Sarteanesi e Luisa Bosi, nello spazio intimo e accogliente del Teatro Pietro Aretino di Arezzo, ad inaugurare giovedì 27 febbraio 2020, alle ore 21, con lo spettacolo “Bella Bestia”, la seconda edizione della rassegna teatrale Z Generation meets Theatre, il progetto ad ampio respiro portato avanti da Officine della Cultura che guarda al teatro come luogo privilegiato per l’incontro e il confronto tra le generazioni.

Bella Bestia”, spettacolo intenso e profondamente attuale con il quale proprio la compagnia aretina Officine della Cultura, produttrice del progetto, si pone a fianco delle complesse dinamiche dell’io al confine con i propri limiti, sarà dunque il trampolino di lancio per la rassegna che dedica il tempo dell’intelligenza a quello spazio fisico e allo stesso tempo mentale, il teatro per l’appunto, dove da millenni si svolge il fruttuoso dialogo che, nel presente, immagina il futuro con le ali del passato. Trampolino che sarà seguito da altri tre incontri, fino alla conclusione di domenica 29 marzo, che vedranno in scena giovedì 5 marzo Luisa Merloni e Marco Quaglia in “Farsi Fuori” (Psicopompoteatro), sempre alle ore 21:00, domenica 15 marzo Sara Bonci e Filippo Mugnani in “L’eco della Falena” (Cantiere Artaud), alle ore 19:00, per finire domenica 29 marzo con Federico Cianciaruso, Riccardo Finocchio, Martina Giovanetti, Andrea Mammarella, Emanuele Pilonero, Clara Sancricca in “Settanta volte sette” (Controcampo Collettivo), alle ore 18:00.

Ulteriori dettagli dei tanti aspetti della rassegna saranno svelati sempre giovedì 27 febbraio, ma alle ore 18, nell’incontro gratuito con gli organizzatori e le protagoniste di “Bella Bestia” presso il foyer del Pietro Aretino. Accanto a Luca “Roccia” Baldini di Officine della Cultura, direttore artistico della rassegna, prenderà la parola anche il Direttore della Fondazione Guido d’Arezzo Roberto Barbetti. A seguire Francesca Sarteanesi e Luisa Bosi saranno le protagoniste dell’incontro/scontro tra il teatro e la generazione Z condotto da Arezzo Crowd Festival. Un incontro che si concluderà con un aperitivo offerto a tutti i presenti perché il teatro, tra le sue tante qualità, vanta il pregio di essere un potente polo di aggregazione tra un’umanità complice e solidale.

Si segnala che fino a domenica 29 febbraio sarà possibile partecipare al contest gratuito #scattoateatro. L’invito agli amanti della fotografia e non solo è semplice: dedicare il proprio scatto al teatro evidenziandolo con gli hashtag #scattoateatro e #officinedellacultura con l’opportunità di vincere due biglietti per uno spettacolo a scelta della rassegna Z Generation meets Theatre.

Z Generation meets Theatre può andare in scena grazie al sostegno di Regione Toscana, Comune di Arezzo, Fondazione CR Firenze e Fondazione Guido d’Arezzo; in collaborazione con Arezzo Crowd Festival, Officine Montecristo, Rete Teatrale Aretina e RAT Residenze Artistiche Toscane. Info e prevendite presso Officine della Cultura via Trasimeno 16, Arezzo, tel. 0575 27961 – 338 8431111, dal lun. al ven. ore 10 > 13 e 15:30 > 18; circuito BoxOfficeToscana/Ticktone.