Bibbiena, approvati dalla Giunta i progetti esecutivi per il Teatro Dovizi e l’efficientamento eneregetico della scuola media

bdr

Due importanti progetti esecutivi sono stati approvati nella seduta della Giunta esecutiva di martedì 9 giugno.

Si tratta di interventi mirati su due importanti immobili del Comune che hanno una funzione sociale e un valore simbolico molto grandi.

Per quanto riguarda il teatro Dovizi – simbolo e vanto della città del teatro – si tratta di intervenire per adeguare la struttura alle vigenti normative sulla sicurezza di cui l’immobile necessita da tempo. L’intervento di 100.000 euro sarà finanziato completamente dal bilancio corrente del Comune.

I lavori al teatro Dovizi inizieranno il prossimo settembre  e avranno una durata di circa due mesi.

Matteo Caporali Assessore ai Lavori Pubblici commenta: “Il Teatro Dovizi è il simbolo indiscusso del nostro comune e della città di Bibbiena come città del Teatro oltre che della fotografia proprio per aver dato i natali a Bernardo Dovizi autore della Calandra celebre opera teatrale. Purtroppo l’immobile per poter riaprire le sue porte al pubblico, ma soprattutto per farsi nuovamente luogo di cultura e fucina di idee, aveva necessità di essere messo in sicurezza da più punti di vista come previsto dalla legislazione vigente. Era un nostro dovere farlo e trovare fondi necessari. Ieri con l’approvazione del progetto esecutivo abbiamo posto le basi perché i lavori vengano realizzati prima possibile”.

Il secondo immobile del quale è stato approvato il progetto esecutivo è quello relativo ad un corposo intervento che renderà la scuola Media di Bibbiena un edificio efficiente a livello energetico dove i ragazzi possono apprendere in ambienti più sani che allo stesso tempo sono rispettosi della natura.

Matteo Caporali commenta: “Dopo gli interventi prettamente strutturali sulla scuola, siamo passati a quelli più legati all’energia che sono altrettanto importanti ed essenziali per un luogo di formazione come la scuola. Ambienti più sani che rispettano anche la natura, questo il nostro obiettivo. Una soddisfazione aver dunque approvato questo primo fondamentale passaggio propedeutico all’intervento diretto sull’immobile”.

L’intervento previsto è di 1 milione e 574 mila euro. I lavori inizieranno a gennaio 2021 e avranno una durata di un anno.