Codice Forestale Camaldolese: verso il riconoscimento a Bene Immateriale Universale UNESCO. Il progetto

Monastero di Camaldoli

È previsto per domani, martedì 18 febbraio, alle 10.30, presso la Sala Pavari del Centro di Ricerca Foreste e Legno di Arezzo l’evento di presentazione del Codice Forestale Casentinese. Il Codice si inserisce nel progetto che vedrà il riconoscimento delle Foreste come Bene Immateriale Universale dell’UNESCO.
Tre gli interventi in programma
.

L’UNESCO, il cui scopo è quello di “contribuire alla pace e alla sicurezza promuovendo la collaborazione tra le nazioni attraverso l’educazione, la scienza e la cultura” sceglie di esaminare per la prima volta un bene immateriale che ha come origine un valore etico e lo fa partendo dalle Foreste Camaldolesi come simbolo di tradizione, storia e cultura.

L’evento di presentazione, coordinato dal Dottor Pierfrancesco Pedone, vedrà l’intervento di Don Salvatore Frigerio  con un focus proprio su “Le radici dell’etica uomo/ambiente di Camaldoli”, ma anche del Dottor Raoul Romano a seguito dei tre anni di lavoro INEA –Collegium e Dottor Simone Borchi su Codice Camaldolese e Politica Forestale.
Apriranno i saluti del Prof. Piermaria Corona – Direttore CREA, Luca Santini – Presidente Parco Nazionale Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, Don Ugo Fossa – Camaldoli e Dom Gianni Giacomelli di Fonte Avellana

“Che i boschi i quali sono intorno all’Eremo, non siano scemati, ne diminuiti in niuno modo, ma piu tosto allargati, cresciuti” ammoniva Abate Paolo Giustiniani nel 1520 – anche e soprattutto attraverso la tutela del territorio e la salvaguardia del patrimonio, aggiungeremmo oggi.

Negli anni la gestione delle foreste da parte dei monaci camaldolesi ha prodotto una sinergia e complessità di rapporti tra uomo e ambiente sintetizzati nel Codice Forestale Camaldolese. Sinergia che è criterio fondamentale per il riconoscimento e la conseguente tutela e salvaguardia del patrimonio storico e ambientale del territorio.

Un passo importante che parte dal territorio locale per arrivare al mondo con un segno chiaro e deciso.