Consigli di tecnologia: 5 motivi per cui utilizzare una VPN

La tecnologia ha fatto passi da gigante in questi ultimi anni, introducendo sempre più servizi che vanno a vantaggio degli utenti e di chiunque utilizzi la rete.

Negli ultimi anni abbiamo assistito alla nascita di una tecnologia in grado di garantire un certo standard di sicurezza riguardante i nostri dati. Stiamo parlando delle reti vpn, ossia Virtual Private Network. Si tratta di una rete protetta che si viene a creare tra due o più dispositivi. Con una rete VPN è come estendere una LAN, ovvero una rete locale privata con dispositivi collegati tra di loro, a tutto il mondo. Una VPN è capace di portare la segretezza del vostro ufficio su tutti i continenti.

Per riuscire in questo miracolo tecnologico è necessario lavorare sull’instradamento dei pacchetti di dati, con il protocollo IP per il trasporto su scala geografica. Ciò consente alla rete virtuale, come le Italy VPN, di diventare una sorta di infrastruttura fisica privata grazie ad una serie di processi molto interessanti che meritano di essere sviscerati meglio.

Ma perché è così importante utilizzare una VPN?
Innanzitutto perché le reti VPN sono nate per proteggere i dati dai pericoli della rete. Le reti create dalle VPN consentono di proteggersi da spionaggi di qualsiasi tipo, e si rivelano particolarmente efficaci in una realtà aziendale che ha bisogno di trasmettere informazioni di un certo peso tramite la rete. Utilizzando una Virtual Private Network è possibile garantirsi un livello di privacy alto e questo è fondamentale per navigare in sicurezza sul web. Quando chattiamo con qualcuno, ad esempio, è meglio non rivelare determinati dati e non lasciarsi mai andare a confidenze particolari e non dare mai informazioni strettamente personali, almeno non prima di aver conosciuto realmente, e magari in un luogo pubblico e affollato, la persona con cui si sta comunicando.

Il phishing è un rischio sempre più comune. È un termine utilizzato dai professionisti della cybersecurity per riferirsi all’utilizzo di e-mail che tentano di indurre l’utente a fare clic su collegamenti o allegati nocivi attraverso frasi dubbie.

I protocolli
Le reti VPN sono molto sicure perché utilizzano diversi protocolli di cifratura. Il più conosciuto è il protocollo PPTP che oltre ad essere quello più utilizzato e anche quello più difficile da violare. C’è poi il protocollo OPENVPN, un protocollo complesso e sicuro allo stesso tempo che supporta diversi algoritmi di cifratura e permette di scaricare anche programmi pre-configurati atti a supportare l’utente nell’installazione. Esistono, inoltre, i protocolli SSTP, IPsec e IKEv2.

Il tunneling
Altro strumento fondamentale nell’utilizzo di una rete VPN è il tunneling grazie al quale si va a creare un collegamento tramite una rete IP che consentirà di interagire tra le due entità (i device) di questa rete come se gli stessi fossero adiacenti.

In realtà tra le due apparecchiature remote vi sono tantissimi nodi e collegamenti attraverso i quali si andranno a collegare tra di loro, ma grazie alla VPN saranno virtualmente dentro un “tunnel privato”. Come se tutto il resto dei nodi e della rete non esistesse.

Grazie allo standard protocollare ISO/OSI ed all’architettura TCP/IP si riesce a racchiudere i dati in un contenitore multiprotocollare che spedisce questi pacchetti nella completa segretezza.

Le aziende
Tra i principali vantaggi nell’utilizzo di una VPN c’è quello della sicurezza delle informazioni. Questo è un fattore decisivo soprattutto per le aziende e per le amministrazioni pubbliche vista la grande quantità di materiale sensibile e/o segreto che possono trattare. Realizzare una rete fisica protetta è spesso molto costoso e non sempre è possibile mettere in pratica questa soluzione per ragioni geografiche.

Le reti VPN sono molto utilizzate anche da semplici utenti privati che preferiscono utilizzare questi sistemi per scambiare dati e per navigare in completo incognito sul “Mare Magnum” di internet.

Questo tipo di navigazione è molto sicura, non va a soffrire di restrizioni o “geoblocking” e si può scegliere se utilizzare un protocollo basato su un server personale oppure affidandosi a server terzi.

Chi utilizza una VPN sa che muoversi su internet, quando si trattano dati riservati, è come attraversare il selvaggio West: attraverso le tecniche di sniffing chiunque sia interessato ad intercettare dei dati, può farlo.

I blocchi geografici
Come abbiamo visto in precedenza, oltre all’anonimato è molto importante che le reti VPN siano in grado di sbloccare contenuti in altri paesi. Questo accade perché, come detto in precedenza, il tuo indirizzo IP non è pubblico ma è quello del server che andrai ad utilizzare che ti contraddistingue.

Il geo-blocking non sarà più un problema e potrai accedere a tutti i contenuti che ti interessano liberamente: potrai passare agevolmente da un server statunitense ad uno congolese in pochissimo tempo. I servizi di VPN sono molto apprezzati dagli utenti di tutto il mondo anche perché sono in grado di bypassare il Firewall sia localmente sia quelli a livello nazionale.