Coronavirus, Rossi: “mascherina obbligatoria fuori dalle abitazioni, non appena sarà consegnata a tutti i cittadini”

Rossi: "La mia intenzione è che l’ordinanza diventi esecutiva comune per comune a partire dalla data nella quale il comune stesso ci comunicherà di avere effettuato la consegna a domicilio"

Enrico Rossi
Enrico Rossi

Con questo post apparso poche ore fa nella pagina Facebook del Governatore della Toscana Enrico Rossi che ha deciso di rendere obbligatoria la mascherina fuori delle abitazioni, non appena ogni singolo comune della Toscana sia riuscito a distribuirne almeno tre a testa. Infatti sempre oggi la regione toscana ha diramato un comunicato per la distribuzione di gratuita a tutti i cittadini della toscana di 10milioni mascherine circa 3 a testa.

QUESTO IL POST APPARSO POCHE ORA FA NELLA PAGINA FB DEL GOVERNATORE ROSSI 
“Abbiamo deciso di distribuire tramite i comuni 10 milioni di mascherine gratuitamente ai cittadini della Toscana.
Si tratta quasi di tre mascherine a testa.
Abbiamo ordinato altre dieci milioni di mascherine.
Vogliamo dare continuità a questa iniziativa di prevenzione primaria, in linea con le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.
Le mascherine verrano date ai Comuni della Toscana e chiederemo loro che siano consegnate quanto più possibile casa per casa, anche avvalendosi dei volontari che sono straordinari, sempre e in questo periodo ancora di più.

Ho letto molti commenti al mio post precedente in cui si apprezzava l’iniziativa ma mi si chiedeva con forza che facessi anche l’ordinanza per rendere obbligatorio l’uso della mascherina.
Leggo sui giornali che sono ripresi troppi comportamenti sbagliati da parte dei cittadini e che ci sono troppi assembramenti.
Per questo oggi stesso voglio fare un’ordinanza che rende obbligatorio l’uso della mascherina all’esterno delle abitazioni.
La mia intenzione è che l’ordinanza diventi esecutiva comune per comune a partire dalla data nella quale il comune stesso ci comunicherà di avere effettuato la consegna a domicilio.

Questa iniziativa vuole anche colpire l’odiosa speculazione che in certi casi sulle mascherine si è registrata anche in Toscana.”