Cortona, affitti dei fondi: Luciano Meoni propone delle soluzioni

Luciano Meoni
Luciano Meoni

L’emergenza Covid-19, oltre a creare una situazione complessa dal punto di vista strettamente sanitario, ha avuto pesanti ripercussioni anche sul piano economico, mettendo in difficoltà le varie attività produttive presenti sul territorio.

Dopo un periodo di fatturato zero e d’incassi mancati, i titolari delle imprese stanno mettendo in campo il loro spirito imprenditoriale e la loro buona volontà per creare le condizioni della ripartenza.

Una delle problematiche più avvertite in questa difficile congiuntura rimane il costo elevato degli affitti dei locali. I commercianti e gli artigiani, le cui attività hanno sede in fondi affittati, a causa dei mancati incassi di questo periodo, non sono in grado di fare fronte ai pagamenti delle quote di affitto ai proprietari dei fondi stessi.

Il sindaco di Cortona, Luciano Meoni, rivolge, dunque, un invito ai possessori dei fondi, chiedendo loro di individuare una forma di accordo con gli affittuari. Meoni suggerisce di ridurre l’ammontare del canone da versare, o di permettere di rateizzare il suo pagamento.

«Ricordo che la chiusura delle attività, oltre al danno economico che essa comporta – afferma il sindaco – determina anche un danno al decoro e all’immagine del territorio. In una fase particolare come quella che stiamo vivendo, è doveroso che ognuno faccia la propria parte».