Feltrinelli, le presentazioni della settimana

Le presentazioni della prossima settimana della Feltrinelli.

Martedì 18 presso la Casa dell’Energie alle ore 17 Massimiliano Valerii presenterà “La notte di un’epoca” per il ciclo “Esistenze Fragili” a cura della Biblioteca Città di Arezzo

Massimilano Valerii è direttore generale del Censis. Dopo gli studi in Filosofia a Roma, si è dedicato alla ricerca sociale, economica e territoriale. Al Censis è stato anche responsabile della comunicazione. E’ il curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. Da qui è emersa la definizione di «società del rancore», diventata una chiave di lettura ripresa da tutti i mezzi di informazione e penetrata nel dibattito pubblico.

 

Il libro ricostruisce gli effetti e il lascito della lunga e profonda crisi, individuando nella crisi dell’immaginario collettivo, prima ancora che in motivi economici, le ragioni di una ripresa che stenta ad arrivare. Si descrive la fase di transizione che stiamo attraversando, un vero è proprio salto d’epoca rispetto a un passato che non potrà più tornare. Rotto il patto sociale che aveva silenziosamente guidato lo sviluppo per mezzo secolo, ci troviamo ora in un terreno incognito, inedito nella storia sociale del paese. Abbiamo perso la cultura del rischio, non crediamo più allo stato come garante delle avventure individuali, i processi di mobilità sociale sono bloccati in assenza di conflitto sociale emerge una società del rancore, in cui chiunque sente di aver subito un torto, o di non vedersi riconosciuto un merito.

 

Giovedì 20 ore 17 Laboratorio di Carnevale con i nostri librai per Bambini!

I nostri librai intratterranno gratuitamente i bambini con un laboratorio allegro e colorato che si baserà su dei giochi che permetteranno ai partecipanti di costruzione una storia (ovviamente a tema carnevale); età consigliata 5/8 anni

Venerdì 21 ore 17.30 Livia Turco presenterà il suo libro “La Repubblica delle Donne”

 

Livia Turco, PCI è responsabile nazionale delle donne dal 1986 al 1994. Dal novembre 2001 (congresso di Pesaro) fa parte della Segreteria nazionale dei Democratici di Sinistra dove ricopre l’incarico di responsabile del Dipartimento welfare.

E’ eletta alla Camera dei Deputati dalla X alla XIV legislatura. Nella X legislatura fa parte della Commissione Giustizia e nella XI della Commissione Lavoro pubblico e privato. Nella XII legislatura è membro del Direttivo del Gruppo parlamentare Progressisti-Federativo, della Commissione Lavoro, della Commissione speciale in materia di infanzia e della Commissione di inchiesta sulla vicenda dell’ACNA di Cengio. Dal 1995 al 1996 è Presidente della Commissione per la parità e pari opportunità presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Nella XIII legislatura diventa Ministro della Repubblica senza portafoglio per la Solidarietà sociale con il governo Prodi. Viene riconfermata nei governi D’Alema e nel secondo governo Amato. Durante l’esperienza di governo si dedica in modo particolare ai temi della famiglia, dell’infanzia, della disabilità e dell’immigrazione.

E’ promotrice di molte delle leggi che hanno contrassegnato la politica dei governi di centrosinistra, in particolare gli interventi sull’immigrazione (legge n. 40 del 1998 meglio nota come legge Turco-Napolitano), sull’assistenza (legge n.328 del 2000 per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali) e sul sostegno della maternità e paternità (legge n. 53 del 2000). Il suo impegno parlamentare prosegue nella XIV legislatura nella Commissione Affari sociali della Camera.

Dal 28 aprile 2006 (XV legislatura) è senatrice della Repubblica.

Il 17 maggio 2006 assume l’incarico di Ministro della Salute nel secondo governo Prodi.

Alla caduta del Governo Prodi nel 2008, viene eletta alla Camera dei Deputati nelle liste del Pd. E’ membro della Commisione Affari Sociali e responsabile del Forum immigrazione del Pd.

Nel 2011, insieme a Marisa Malagoli Togliatti, promuove una Fondazione intitolata a Nilde Iotti (www.fondazionenildeiotti.it) dedicata alla politica, alla cultura e alla società, dal punto di vista delle donne.

 

Il Libro

In genere la biografia era, e spesso è ancora, mero elenco di date che danno un’idea della persona che nasce, vive, opera e muore in tempi e luoghi determinati, utile supporto, cornice più o meno ricca di notizie, ma pur sempre solo cornice, di un ritratto che non si vede e tanto meno si può immaginare. Ma una biografia, soprattutto pensando al termine greco, scrivere (graphein), vita (bios), può essere ben altro. L’intento di questa collana, dedicata a biografie di donne, vere protagoniste e vere “rivoluzionarie” del secolo scorso, è di mettere in evidenza, all’interno del contesto storico, le figure e le personalità di coloro che, con le loro prese di posizione e il loro lavoro, senza apparire, senza guerre, spesso solo con piccole lotte quotidiane, scelte, gesti e idee hanno radicalmente cambiato la nostra società e il nostro modo di vivere e di pensare. Donne di ceto e censo, regioni, lingue e culture differenti, accomunate solo dalla voglia di libertà e di parità.

 

– Sabato 22 ore 17.30 Baret Magarin presenta “Specchio e Ombre”

 

Raccolta di racconti a tema fantasy