Giuditta Rachini vince un titolo toscano nel nuoto di fondo

La Chimera Nuoto festeggia un titolo regionale nelle lunghe distanze. La società aretina ha rinnovato il proprio impegno anche nel nuoto di fondo e ha schierato otto giovani atleti ai Campionati Regionali Indoor di Livorno che si sono messi alla prova in una gara particolarmente impegnativa e faticosa, sviluppata sulle distanze di 3.000 e di 5.000 metri da percorrere in stile libero in una vasca da 50 metri.


Il miglior piazzamento della Chimera Nuoto porta la firma di Giuditta Rachini che ha trionfato nella categoria Cadetti,impiegando unora e cinque minuti per terminare i 5.000 metri: la nuotatrice, nata nel 2003, ha dimostrato la resistenza e il carattere necessari per confermarsi tra le migliori giovani fondiste della Toscana. Questo oro impreziosisce il suo palmares personale che già vantava un bronzo ai Campionati Regionali di Fondo in Acque Libere nei 2.500 metri nel 2018 e una convocazione nella rappresentativa toscana di nuoto di fondo e in acque libere.

Tra gli atleti della Chimera Nuoto scesi in vasca nei 3.000 metri dei Campionati Regionali Indoor hanno invece ben figurato Fabio Ferrari e Matteo Lucci che, impegnati nella categoria Ragazzi, hanno ottenuto il primo e il terzo posto tra i nati del 2006 (chiudendo la gara rispettivamente al sesto e al nono posto assoluto), ma tra i protagonisti è rientrato anche Giulio Bracciali del 2005 che ha tagliato il traguardo per quarto ad appena sei secondi dal podio. La squadra aretinaaccompagnata da Marco Magara è stata infine completata dalla presenza di Gabriele Gambini (settimo), di Matteo Trojanis (undicesimo), di Andrea Banelli (quattordicesimo) e di Lorenzo Benigni (ventunesimo).


«Lattività della Chimera Nuoto spiega lo stesso Magara, – è orientata a raggiungere competitività in tutte le diverse discipline natatorie e, dunque, anche nel fondo. Le lunghe distanze richiedono particolari doti tecniche per partenza, virata e andatura, ma anche resistenza, determinazione e carattere sono fondamentali per ottenere risultati quali loro di Rachini e gli altri bei piazzamenti».