Il Comandante Ultimo in Casentino il 20 marzo. Per parlare con gli studenti di lotta alla mafia e legalità

Il Colonnello dell’Arma dei Carabinieri Sergio De Caprio – meglio conosciuto come Comandante Ultimo – verrà in Casentino, con la precisione a Soci presso il Cinema Italia, il prossimo 20 Marzo 2020 alle ore 11.

Diamo così la notizia senza giri di parole, perché il nome evocato “Comandante Ultimo” ha già dentro tutto.

La sua figura è legata inesorabilmente all’arresto di Totò Riina nel 1993.
Il Consiglio di Stato ha ripristinato da pochi giorni la scorta al Capitano Ultimo. Ha infatti sospeso l’esecutività della pronuncia del Tar che revocava la scorta a Sergio De Caprio, considerato che “deve essere garantito” un livello di protezione all’uomo che arrestò Totò Riina. Tutto questo,però, fino alla discussione collegiale fissata per il 20 febbraio 2020.

L’invito al Capitano Ultimo nasce all’interno di una scuola, l’Isis Fermi di Bibbiena e questa è la cosa straordinaria. Il lavoro fatto da tempo sulla legalità ha portato il Dirigente Egidio Tersillo a questo invito straordinario ricambiato con un positivo ed entusiastico assenso da parte di un uomo che è già un mito. A questo si è aggiunta l’amministrazione di Bibbiena che sta curando gli aspetti logistici.

Il 20 Marzo prima dell’arrivo del Capitano Ultimo al Cinema Italia verrà proiettato il film “La mafia uccide solo d’estate”. A conclusione dello stesso il Capitano Ultimo salirà sul palco per rispondere alle domande dei ragazzi e per colloquiare con i presenti di lotta alla mafia e impegno per la legalità.

Se volessimo rispondere alla celebre domanda “E’ felice o infelice, un Paese che ha “bisogno” di eroi?” forse dovremmo partire dalle vicende di Ultimo.
La normalità purtroppo non è quella di una vita sociale priva di conflitti. La realtà è costellata di ben altro e tapparsi gli occhi forse non è la cosa giusta. In verità i giovani hanno bisogno di eroi ovvero di esempi viventi come Ultimo e di icone come Falcone e Borsellino. Ne hanno bisogno per capire che a certe disfunzioni si dice “no” e ci si schiera, comunque.

Il Sindaco di Bibbiena Filippo Vagnoli commenta: “Con il Consiglio comunale dei ragazzi da tempo stiamo portando avanti in collaborazione con le scuole del territorio il tema della legalità. L’Associazione Caponnetto ormai è nostra partner in percorsi di grande impatto educativo e sociale. Il tutto è stato rafforzato con il progetto Gli Angioletti del bello, perché mantenere in bellezza ciò che abbiamo ha un valore metaforico e simbolico che ci porta anche e inevitabilmente a parlare di rispetto della cosa pubblica in tutti i suoi aspetti. Questo evento, per tutti noi, rappresenta il compendio e insieme il rafforzamento di un percorso intrapreso con grande determinazione”.

Il Dirigente dell’Isis Fermi Egidio Tersillo commenta: “Il fatto che gli studenti potranno incontrare un uomo come il Colonnello Sergio Di Caprio ha un valore formativo unico. La scuola ha un dovere istituzionale anche in questa direzione e sono particolarmente emozionato e felice che l’istituto che rappresento si sia fatta mezzo per la realizzazione di un simile evento. Tra le altre cose il tutto cade in un momento molto delicato per il Capitano Ultimo al quale era stata prima tolta la scorta e per ora ripristinata in attesa del 20 Febbraio ultima pronuncia del Consiglio di Stato. Con i nostri studenti stiamo facendo un lavoro importante sui temi della lotta all’illegalità e alla mafia. Questo per loro sarà un significativo coronamento di questo percorso di approfondimento fatto sui banchi di scuola”.