Il Jazz On The Corner Festival chiude con i ritmi di “Totem”

Il contrabbasso di Ferdinando Romano chiude il Jazz On The Corner Festival. L’ottava edizione della rassegna volge al termine alle 21.15 di giovedì 6 agosto con un concerto che, ospitato dall’Arena Eden e inserito nel cartellone del Festival delle Musiche, proporrà la presentazione del disco “Totem” dove sarà possibile apprezzare le sonorità di un jazz contemporaneo ispirato ai misteri ancestrali della natura.

Il progetto fa affidamento sulla sinergia tra cinque musicisti e improvvisatori di spessore nazionale che hanno unito i rispettivi strumenti nel Ferdinando Romano Quintet e che arricchiranno l’estate aretina con una serata di forte potenza evocativa.

Particolari attese saranno orientate verso il ritorno in città dello stesso Romano che, cresciuto ad Arezzo, si è affermato tra gli interpreti in maggior ascesa del jazz italiano. Diplomato al Conservatorio di Firenze, questo contrabbassista e compositore ha conseguito il master al Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano e ha poi suonato su palcoscenici di tutta Europa con molti jazzisti di spessore internazionale. “Totem”, uscito lo scorso aprile per l’etichetta norvegese Losen Records, è il suo primo disco da leader e ha già ricevuto recensioni positive sulle più importanti riviste del settore di numerosi Paesi (compresi Stati Uniti e Nuova Zelanda). Questo progetto è scandito attraverso un percorso tra otto brani che esprimono una sintesi perfetta delle esperienze artistiche maturate da Romano in ambito classico e jazzistico, denotando una profonda cura per le composizioni e la ricercatezza dei timbri.

La qualità dell’opera è testimoniata dai musicisti del Ferdinando Romano Quintet che hanno collaborato al disco e che saliranno sul palco del Jazz On The Corner Festival, fornendo la possibilità di ascoltare le armonie della tromba e del flicorno di Tommaso Iacoviello, del sassofono di Simone Alessandrini, del pianoforte di Manuel Magrini e della batteria di Giovanni Paolo Liguori.

Per informazioni e prenotazioni sulle singole serate è possibile contattare le Officine della Cultura allo 0575/27.961.

«Una delle finalità del festival – commenta Francesco Giustini, presidente dell’associazione Jazz On The Corner, – è di proporre serate dove ascoltare i più interessanti e originali progetti jazzistici della scena nazionale, sensibilizzando verso la varietà e la ricchezza di questo genere. La presentazione di “Totem” risponde proprio a queste caratteristiche, permettendo di scoprire un disco di altissimo livello tecnico suonato da alcuni dei migliori jazzisti italiani».