Il liceo Colonna di Arezzo fa l’en plein di gemellaggi virtuali

Doppio certificato nazionale ed europeo del Gemellaggio Etwinning "Dale vida a los anos"

Il Liceo Colonna, in questo anno scolastico, a causa della pandemia da Coronavirus che non permette lo svolgimento di scambi reali all’estero, ha ampliato l’offerta formativa dei gemellaggi virtuali tramite eTwinning o Hangout, che si configura come uno strumento flessibile, adattabile ad ogni esigenza scolastica e che offre la possibilità di costruire collaborazioni a lungo termine con alunni di scuole di paesi europei che propongano attività interessanti e innovative da un punto di vista didattico-pedagogico e che prevedano l’uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione. L’esperienza dei gemellaggi virtuali era già presente da anni al Colonna.

“Dale vida a los años”, il progetto dello scorso anno che aveva coinvolto l’attuale classe III G LES, ha ottenuto il doppio certificato di qualità, nazionale ed europeo. (https://docs.google.com/document/d/1GiQBz9llPV_sIelGosRBcCEpa0F1GwS-dS5skbMoeYI/edit?usp=sharing) I legami virtuali della scuola con altri istituti europei proseguono anche quest’anno nella piattaforma eTwinning grazie a tre nuove collaborazioni, sia in inglese che in spagnolo. Inoltre è attivo con Hangout lo scambio in lingua francese.

Le classi 2F del Liceo Linguistico e 2B del Liceo delle Scienze Umane, sotto la guida delle professoresse Gallina e Carbone, stanno svolgendo il progetto European Postcards Rally, creando creato cartoline virtuali con immagini di luoghi e paesaggi del territorio e brevi informazioni in inglese e italiano, per convincere i corrispondenti a visitarli.

Il fine è la promozione del patrimonio culturale Europeo, celebrazione dell’Erasmus Day 2020 con la pubblicazione delle cartoline  sul sito della scuola pilota Reunion Island Academy.

La classe 2G del Liceo Economico-Sociale, sotto la guida della professoressa Volpi, sta partecipando al progetto Somos europeos, ¿Somos parecidos? con alunni di altri tre paesi per interrogarsi su analogie e differenze tra adolescenti europei.

I temi trattati saranno la percezione di sé e l’influenza dei social; le aspettative e i timori per il futuro; la relazione con la propria città e il quartiere. Anche la 4G del Liceo Economico-Sociale sta effettuando il progetto Historias que merecen un proyecto, capitanato sempre dalla prof.ssa Volpi, che è la somma di attività di lettura e scrittura ispirate al libro “Finales que merecen una historia”, di Albert Espinosa, autore anche del fortunato “Braccialetti Rossi” (Pulseras rojas”).

I gruppi di lavoro, composti da alunni italiani, francesi e spagnoli, approfondiranno la lettura dei racconti che compongono il libro e realizzeranno prodotti creativi e multimediali basata su una storia scritta a più mani ispirata ai temi emersi dalla lettura e cari all’autore.

Il progetto in lingua francese Cyberlettres, sotto la guida del prof. Badiali, è nato in sostituzione dello scambio annuale in Francia, inattuabile a causa dell’emergenza Covid. Gli alunni delle classi 2L e 3L del Liceo EsaBac sono in contatto con i loro coetanei del  liceo partner Lycee Notre-Dame de Minimes di Lione.

Gli alunni italiani  prendono  parte a distanza ed in tempo reale alle lezioni che si tengono in Francia. Nel corso dell’anno sono state scelte delle tematiche oggetto di ricerca (Covid, scuola, confinamento), che vengono dibattute in francese e in italiano, per poi redigere testi scritti.

In date stabilite gli allievi presentano vicendevolmente  il loro lavoro alla classe con cui sono in contatto. Durante il percorso gli allievi si conoscono e viene promosso lo scambio epistolare tra loro, per poi creare un video che testimoni le attività svolte col progetto.

Il secondo avvento della didattica a distanza, anche se innegabilmente altera le normali dinamiche di classe, non ha impedito la prosecuzione delle collaborazioni già avviate, poiché grazie all’uso delle nuove tecnologie, eTwinning e Hangout da sempre rendono possibili la comunicazione e la collaborazione a distanza.