Il Teatro Dovizi di Bibbiena scelto per un videoclip di Irene Grandi

Le strade della musica sono infinite e questa volta hanno portato le note dorate e le parole potenti di Narciso Parigi direttamente al Teatro Dovizi di Bibbiena dove due giorni fa è stato girato il videoclip del pezzo “Cosa sognano gli angeli” interpretato da Irene Grandi e Lorenzo Andreaggi, promotore del progetto musicale “Italia America e ritorno”.

Lorenzo Andreaggi è una forza della natura, un artista nato nel senso vero del termine. La passione per il canto, il teatro e la musica, il cinema lo accompagnano quasi dalla nascita. Dalla partecipazione allo Zecchino d’Oro, allo studio in teatro, agli approfondimenti sui videoclip arriva fino al mitico Narciso Parigi ( il suo curriculum è spaventoso e vale la pena leggerselo tutto).

Ma come arriva a Bibbiena con Irene Grandi? Lui ce lo racconta così: “La storia inizia con la lettera che scrissi a Narciso Parigi come ammiratore e appassionato di musica melodica. Da lì nacque una bella amicizia e un progetto, quello di un cd che raccogliesse i suoi più grandi successi. Dai suoi ben quattromila brani che hanno fatto il giro del mondo, ne scegliemmo 17 di cui sei, sette canzoni interpretate da alcuni autori.

Dovevamo girare il videoclip per la canzone “Cosa sognano gli angeli interpretata insieme ad Irene Grandi. Ci serviva un teatro per ricreare l’atmosfera degli anni Cinquanta. Un amico, Andrea Nannelli mi parlò del Teatro Dovizi di Bibbiena. E così ho trovato un luogo magico”.

Lorenzo Andreaggi e Irene Grandi hanno passato l’intero pomeriggio di mercoledì scorso all’interno del Teatro Dovizi dove sono state fatte le riprese per il disco. Al teatro sono stati raggiunti anche dal Sindaco Filippo Vagnoli e dall’Assessore alla Cultura Francesca Nassini.

Il Sindaco ha commentato: “Una grande emozione. Ospitare personaggi del calibro di Irene Grandi e Lorenzo Andreaggi per noi ha rappresentato u grande onore. Narciso Parigi ha dato un contributo determinante alla musica italiana, portando il genio italiano nel mondo. Il Teatro Dovizi farà parte di questo grande progetto di celebrazione del mito Parigi recentemente scomparso e non ne possiamo che evidenziare l’importanza per tutto il Casentino. Grazie a Lorenzo Andreaggi e ad Irene Grandi”. Il disco uscirà il prossimo 30 di ottobre.

CHI E’ LORENZO ANDREAGGI

Fin da piccolo inizia a coltivare la sua passione per il teatro, il canto e il cinema. Nel 1993 viene scelto dallo Zecchino d’Oro per partecipare alle selezioni della trentaseiesima edizione. A 10 anni frequenta un corso di Videoclip sul funzionamento delle telecamere, le riprese a varie sessioni e le fasi di montaggio.

A 12 anni studia recitazione teatrale alla Scuola di Teatro di Mara Chiarini Ravenni a Firenze e a13 anni inizia a studiare recitazione cinematografica alla Scuola di Cinema di Giuseppe Ferlito a Firenze. Dal 2000 al 2005 realizza più di 200 cortometraggi indipendenti con telecamere di vario tipo, recitando svariati ruoli e sperimentandone da solo inquadrature ed effetti speciali. Dal 2006 al 2015 è stato il capocomico della Compagnia Giovani del Teatro Reims di Firenze.

Nel 2009 si diploma come Grafico Pubblicitario presso l’Istituto Professionale per la Grafica e la Pubblicità “Tornabuoni” di Firenze. Nel 2010 ottiene la sua prima parte nel film di Neri Parenti Amici miei – Come tutto ebbe inizio. Nello stesso anno realizza il documentario a sketch Viaggio nel vetro per la ditta Alvise Giustinian – Murano Glass. A 17 anni scrive il suo primo romanzo I trabocchetti del Bandino (Polistampa) e nel 2011 ne dirige la trasposizione cinematografica insieme a Mario Mariani.

Nel 2011 studia Doppiaggio e Dizione alla Scuola di Gino La Monica a Roma e un anno dopo inizia le riprese del film Anunnaki, basato sul bestseller di Zecharia Sitchin Il libro perduto del Dio Enki. Nel 2014 porta in scena insieme all’attore Andrea Nannelli Il vizietto – La cage aux folles e nel 2015 dirige il film I peccatori del Paradiso. Nel 2016 crea lo spettacolo musicale itinerante Canta Firenze! cantando le più famose canzoni di Odoardo Spadaro, Narciso Parigi e Carlo Buti. Nello stesso anno lo spettacolo da lui ideato viene trasmesso a puntate da numerose reti televisive locali.

Sempre nel 2016 produce il documentario per il mercato americano Narciso Parigi – A song lasting a life sulla carriera artistica del cantante e attore Narciso Parigi. Nel 2017 produce un docu-film sulla rilettura dei testi sacri con Mauro Biglino, Roberto Pinotti, Biagio Russo e Enrico Baccarini dal titolo Quando gli Dei crearono l’uomo. Sempre nel 2017 produce il cortometraggio Educazione cartesiana con Sergio Forconi e Luciano Casaredi e comincia le riprese del suo nuovo lungometraggio tratto dalle Fiabe italiane raccolte da Italo Calvino. Nello stesso anno inizia una stretta collaborazione artistica e culturale con il Consiglio di Quartiere 3 del Comune di Firenze e con lo showman e conduttore radiofonico Alessandro Masti.