Infezione rabida da Lyssavirus, interdetto l’accesso al tombamento del torrente Castro

gatto

L’ordinanza firmata ieri sera dal sindaco Ghinelli con decorrenza immediata

Il sindaco Alessandro Ghinelli ha firmato ieri sera un’ordinanza con cui è stato interdetto al pubblico l’accesso al tombamento del torrente Castro individuato, in entrata, su Largo Inigo Campioni e, in uscita, su via Carlo Alberto Dalla Chiesa.

Il provvedimento, che ha decorrenza immediata fino a nuova ordinanza di revoca, si è reso necessario dopo la nota del dipartimento di prevenzione di sanità pubblica veterinaria della Asl e dopo le prime misure di prevenzione e di contenimento dell’infezione rabida da Lyssavirus, messe a punto dal neo costituito gruppo di lavoro.

In tale contesto, e per scongiurare il rischio di esposizione delle persone derivante dal contatto con animali domestici e selvatici potenzialmente infetti, è stato ritenuto indispensabile interdire l’accesso al tombamento del torrente Castro.​