Sansepolcro tra turismo, Volto Santo e lavori pubblici: botta e risposta in Consiglio

Un Consiglio comunale dedicato all’Urbanistica, con l’approvazione delle pratiche all’unanimità. E’ quello che si è svolto ieri sera a Sansepolcro, con la prima seduta aperta anche ai giornalisti dopo l’emergenza Covid19. Dalla prossima, sarà ammesso anche il pubblico.

Le Varianti all’ordine del giorno, presentate dall’assessore Luca Galli, erano già state ampiamente discusse nell’apposita Commissione.

Nella sua comunicazione, il Sindaco ha informato il Consiglio che negli ultimi 15 giorni si sono succedute riunioni con categorie economiche e sindacati e che ripartiranno anche i campi estivi per la fascia di età 0-3 anni. Infine ha comunicato che il 14 agosto si terrà il Palio a Gubbio. Quindi ha aggiornato l’assemblea sulla riapertura delle scuole: la regola è che nelle classi dovrà essere garantita la distanza di un metro da bocca a bocca.

Il presidente del Consiglio Lorenzo Moretti ha invece aggiornato i colleghi sulla questione dei gemellaggi: le iniziative ed eventuali spostamenti sono in fase di valutazione.

Il resto della seduta si è focalizzato sulle interrogazioni, per lo più ad opera di Tonino Giunti (Forza Italia), che ha chiesto chiarimenti alla Giunta rispetto alla realizzazione di alcuni lavori pubblici “ormai improcrastinabili”, sul turismo (cosa intende fare il Comune per allungare i tempi di permanenza dei visitatori in città), la questione del Volto Santo nella querelle tra Sansepolcro e Lucca, emersa la scorsa settimana. La consigliera Catia Giorni (Movimento 5 Stelle) ha invece chiesto aggiornamenti sul Piano del traffico, sottolineando che per i residenti è un problema trovare parcheggio e che, con l’inizio della scuola e i volumi di traffico maggiori, il Piano potrebbe rivelarsi inadeguato. “L’inversione dei sensi ha portato a una riduzione dei posti auto creando disagi ai residenti. Il sabato mattina, con il mercato in via Aggiunti, non sanno come fare” ha commentato la Giorni.

Altre interrogazioni sono state presentate dal gruppo consiliare Pd InComune, con i consiglieri Laurenzi e Andreini: una sul marchio Buitoni e una sui lavori alla scuola Buonarroti.

All’interrogazione sui Lavori Pubblici ha risposto l’assessore Marzi dicendo che tutti i suggerimenti sono ben accetti ma che deve essere valutata la fattibilità delle proposte e dei progetti. In particolare l’amministrazione è già intervenuta con materiali fissativi in collaborazione con i privati sull’arco di Porta Fiorentina, perché piccole parti di intonaco si staccavano.

Per le mura, è in atto la progettazione della parte di interventi nell’area Campaccio, che prevede anche la pulizia e la messa in sicurezza delle mura.

Per la Fontana che da Porta del Ponte qualcuno chiede di spostare a Porta Fiorentina, questione che va avanti senza esiti da 20 anni, Marzi dichiara che, per quanto suggestiva , la proposta è rischiosa perché la Fontana è vecchia, quindi lo spostamento non è opportuno.

Le vasche di Porta Romana, concorda Marzi, andrebbero valorizzate. Non ci sono progetti in cantiere perchè gli interventi avrebbero dei costi molti alti.

All’interrogazione sui visitatori in città ha risposto l’assessore Marconcini, ricordando tutte le iniziative messe in atto, soprattutto con il coinvolgimento delle categorie economiche, delle associazioni e dei gestori degli spazi culturali. “Ripartiranno la prossima settimana le visite guidate organizzate dall’Ufficio Turistico: sono un’occasione per trattenere i visitatori in città”.

Sulla questione del marchio Buitoni, e la scadenza della concessione a Newlat fissata per il 31 dicembre 2021, ha risposto il sindaco Cornioli, dicendo che con la quotazione in Borsa di Newlat non è opportuno parlare di quello che l’azienda intende o non intende fare, nemmeno in Consiglio comunale. Comunque è sotto l’occhio di tutti che la stessa dimostri attaccamento allo stabilimento di Sansepolcro”.

Per la Buonarroti, ha risposto l’assessore Marzi, insieme a Marconcini, sottolineando che i lavori inizieranno entro l’anno.