La Chimera Nuoto, nella pausa, traccia un bilancio: tredici titoli regionali nella prima fase di stagione

Tredici titoli regionali nella prima fase di stagione della Chimera Nuoto. La pausa dalle attività sportive ha rappresentato l’occasione per la società aretina di tracciare il bilancio dei risultati e dei miglioramenti raggiunti nei vari campionati toscani disputati negli ultimi mesi, registrando tante positive indicazioni in tutte le categorie e con tutte le età dai bambini del settore giovanile agli adulti del Master. Il palmares dell’inizio del 2020 ha consolidato il movimento della Chimera Nuoto tra i migliori della Toscana con un totale di trentacinque medaglie divise tra tredici ori, undici argenti e undici bronzi che portano la firma degli atleti del palazzetto del nuoto di Arezzo e della piscina comunale di Foiano della Chiana.

Le maggiori soddisfazioni sono arrivate dai Campionati Regionali Giovanili Invernali dove la squadra aretina è riuscita nell’impresa di piazzarsi al quarto posto della classifica generale dei Cadetti in virtù soprattutto della bella prova di Eleonora Camisa del 2002 che è stata premiata come la migliore in assoluto della sua categoria e che si è laureata campionessa toscana in quattro specialità (50 delfino, 100 delfino, 200 delfino e 100 stile libero). Gli altri titoli regionali sono arrivati con Fabio Ferrari (primo nei 100 delfino e nei 200 delfino), con Matteo Vasarri (primo nei 200 rana), con Alessandro Tavanti (primo nei 50 rana) e con Matteo Meacci (primo nei 200 stile libero). Questi bei piazzamenti hanno permesso alla società di festeggiare numerose qualificazioni per i Campionati Italiani Giovanili che erano in programma dal 3 all’8 aprile a Riccione ma che sono stati sospesi.
Particolarmente entusiasmante è stata anche la prova del gruppo dei Master, il settore rivolto ai nuotatori over25, che ai Campionati Regionali Toscani si è piazzato al terzo posto della classifica generale riservata alle società fino a venti atleti, in virtù soprattutto dei successi di Alessandra Bosi nei 200 misti, di Chiara Fucini nei 400 stile libero e di Mauro Galimberti nei 200 rana.

Il medagliere della Chimera Nuoto è stato ulteriormente impreziosito dai podi colti anche nelle altre discipline, con il titolo toscano di Giuditta Rachini nei 5.000 stile libero dei Cadetti al Campionato Regionale Indoor di Fondo e con l’argento di Caterina Bonarini nella prima prova regionale di nuoto sincronizzato. «I primi mesi della nuova stagione erano stati particolarmente positivi – commenta Marco Magara, direttore sportivo della Chimera Nuoto, – con numerose medaglie con diverse età e in diverse discipline, con tante qualificazioni per i campionati italiani e con grandi miglioramenti cronometrici da parte dei nostri giovani atleti. La sfida sarà ora di mantenere la stessa concentrazione, la stessa determinazione e lo stesso impegno anche al ritorno in piscina dopo questo periodo forzato di stop, per riprendere fin da subito a competere per importanti risultati a livello regionale e nazionale».