L’Accademia Enogastronomica della Valtiberina inizia con il botto gli eventi 2020

L’Accademia Enogastronomica della Valtiberina ha iniziato l’attività 2020 con la “Cena al Contrario” al ristorante Senza Tempo di Monterchi nella serata di giovedì 16 gennaio.

Dopo il successo riportato nel periodo delle festività con l’iniziativa “Profumo di Natale” a Sansepolcro – dal Villaggio degli Elfi alle esposizioni collaterali nella sede dell’associazione, fino alla 1° Mostra di Arte Presepiale “Città di Sansepolcro”, che tanto consenso ha ottenuto – i soci accademici si sono già messi al lavoro con l’attività del 2020: la “Cena al Contrario” è oramai un appuntamento che da anni è presente nel calendario delle manifestazioni e ha sempre riscosso grandi apprezzamenti.

Lo chef della struttura, con il suo staff, si è stavolta superato: la cena è ovviamente iniziata con l’ammazzacaffè, il caffè, il dolce, il secondo piatto, il primo piatto e l’antipasto, finendo con un brindisi a base di prosecco. I piatti proposti hanno conquistato il palato dei commensali intervenuti alla cena, che è partita con una crema di formaggi con frutti di bosco canditi e frutta secca, un filetto di maiale bardato con salsa di taleggio, un tagliatella con ossobuco e porcini e una parmigiana con scamorza; il tutto abbondantemente annaffiato con ottimo vino. In un clima di grande allegria e cordialità, l’evento si è consumato con assieme il saluto della proprietaria del ristorante, la socia e amica degli accademici Catia Cestelli, che ha ringraziato gli intervenuti per aver inserito anche nel 2020 il suo ristorante in uno fra gli eventi programmati nel palinsesto dell’associazione. Il prossimo appuntamento è fissato per martedì 18 febbraio all’agriturismo Terra di Michelangelo a Caprese con la “Cena dei bolliti”, nella quale il menu sarà perfettamente in linea con il periodo.

L’Accademia ricorda poi che sabato 25 gennaio alle 10, nella sede di via della Fraternita  a Sansepolcro, vi sarà la consegna dei prestigiosi “Certificati di Eccellenza 2019 ai ristoranti della Valtiberina giudicati migliori e all’interno dei quali si sono tenuti gli eventi dell’Accademia dell’anno appena trascorso.