Maxi area pedonale, rivoluzione al traffico. Ecco le modifiche

Bibbiena: arrestato cittadino rumeno per maltrattamenti in famiglia

Venerdì 29 e sabato 30 maggio, dalle ore 19 fino all’una del giorno successivo, sono istituiti il divieto di transito e il divieto di sosta con rimozione dei veicoli, compresi quelli muniti di speciali autorizzazioni in deroga:

nelle strade e piazze ricomprese nella Z.T.L. di tipo “B”, evidenziate in giallo nell’allegata planimetria; in via Roma; in via Crispi nel tratto compreso tra corso Italia e via Margaritone; in via Guido Monaco nel tratto compreso tra il varco di accesso alla ZTL e piazza San Francesco; in piazza San Francesco; in via Cavour nel tratto compreso tra piazza San Francesco e via Isidoro del Lungo.

La circolazione nelle strade circostanti, subisce le ulteriori seguenti modifiche: i veicoli che percorrono piazza Guido Monaco, giunti all’altezza dell’intersezione con via Roma, hanno l’obbligo di proseguire la marcia a diritto;

nel tratto di via Guido Monaco compreso tra via Garibaldi ed il varco ZTL antistante il piazza delle Poste Centrali, è consentito il transito esclusivamente a veicoli al servizio di persone diversamente abili, taxi, veicoli in uscita dalle aree di sosta ivi ubicate;

è istituito il divieto di accesso dei veicoli da piazza Guido Monaco a via Garibaldi ad eccezione degli utenti diretti al parcheggio di piazza del Popolo e di quelli elencati al punto precedente.

Per agevolare l’accesso ai residenti nella zona a monte di via Cavour, sono invertiti i sensi di marcia di piazzetta de’ Bacci e del tratto di via della Fioraia compreso tra piazza della Fioraia e via Carducci;

in via Saffi, strada senza uscita, è consentito l’accesso ai fruitori degli accessi laterali da piazza della Fioraia ed è istituito il senso unico alternato di circolazione veicolare disciplinato con segnaletica a vista, con diritto di precedenza per i veicoli in direzione di marcia via Cavour → piazza della Fioraia;

è sospesa la disciplina di ZTL di tipo “B” nelle strade raggiungibili dal varco videocontrollato di via della Fioraia;

via de’ Pecori e via Carducci diventano strade senza uscita, disciplinate a doppio senso di circolazione.

Le modifiche al traffico si sono rese necessarie dopo la delibera di giunta con cui sono state prese misure straordinarie nell’ambito dell’azione denominata “Arezzo non molla e riparte”. A tal fine si è ritenuto necessario pedonalizzare alcune strade e piazze del centro cittadino, per consentire ai gestori delle attività la possibilità di occupare suolo pubblico, mediante il posizionamento di tavoli e sedie per la somministrazione esterna di alimenti e bevande.