Nuovi candidati a sostegno della lista Prima Arezzo

Una viaggiatrice, non una turista… Viaggiatrice del mondo e dell’anima…
Non ha natali aretini, che risalgono al 1965, ma vive ad Arezzo da quando ha 5 anni, nonostante lunghi periodi trascorsi all’estero. Ad Arezzo è cresciuta, ha frequentato la scuola, ha giocato a pallamano, ha preso la Maturità classica e la laurea in lingue e letterature straniere.

Nel frattempo si era già trasferita a Monaco di Baviera, dove ha vissuto per più di 10 anni e dove ha frequentato la scuola per interpreti e dove faceva il lavoro dei suoi sogni, l’interprete presso vari tribunali tedeschi ed istituti di pena. Ha poi vissuto 2 anni tra USA e Canada per entrare nel cuore pulsante dell’inglese parlato e… vissuto.
Altri due anni li ha trascorsi in Sud Africa, facendo la spola con il Mozambico per una delle sue tante sfide, in questo caso lavorative.

Gli ultimi 20 anni li ha trascorsi, lavorativamente parlando, nell’import e commercio di tessuti per una ditta di Prato prima,  poi come Associated Regional (Regione intesa come Europa) Sourcer presso un Buying office di Firenze per l’abbigliamento e gli articoli per la casa, e da 10 lavora per una ditta di Firenze che importa e distribuisce vari brands di scarpe
Già, le sfide ed i sogni… Un  #maimollare è forse il suo mantra più rappresentativo, visto che una volta che ha deciso di buttarsi non si tira indietro. Mai. Ecco ciò che ripete più spesso alla sua fantastica figlia diciassettenne, il suo successo più grande, che a sua volte le veniva spesso ripetuto dal suo  babbo speciale : “Lotta sempre per i tuoi sogni e per ciò in cui credi, ma attenta a non cadere nelle illusioni. I sogni sono tuoi e tu li crei, le illusioni sono creati ad hoc da qualcun’altro.
È una rappresentante molto attiva ed orgogliosa del Comitato Origini biologiche, che si occupa di diritto alle Origini biologiche per i figli (adottati e non) non riconosciuti alla nascita e di aiutarli nella loro ricerca per trovare le proprie radici . Ecco, uno dei suoi sogni era di trovare la sua mamma di pancia ed ovvianente non ha mollato finché non è riuscita a trovarla, anche se troppo tardi . È fortunata, ha due mamme… Una che l’ha amata tanto da accettare di lasciarla andare ed una che l’ha amata tanto da non lasciarla andare.


Che dire di Fabio Butali? Ci conosciamo dai tempi del liceo ed è da anni uno degli uomini che più stimo ed apprezzo.
Da molto tempo gli suggerisco di candidarsi come sindaco di Arezzo, perché credo fermamente che sia l’uomo giusto che possa ricoprire questo ruolo per portare Arezzo ad essere ciò che è e che è nascosto ai più. Sincerità , correttezza, professionalità senza ostentazione, rispetto ed abnegazione per ciò in cui crede e per il prossimo. Come non sostenerlo a 360°?

 

Maurizio Mirante ha 69 anni, è in pensione dopo aver insegnato per quasi quarant’anni, adesso è Presidente dell’Arezzo Rugby F. C. Ha accettato, con piacere, l’invito a candidarsi nella lista PRIMA AREZZO per FABIO BUTALI Sindaco.

È stata una decisione ponderata, alla sua età, non ha ambizioni politiche, ma ha un grande senso di responsabilità nei confronti della sua città e dei suoi concittadini. Ha riconosciuto, nel progetto PRIMA AREZZO, molte delle sue aspettative per un cambio di passo della politica locale. Un progetto di città ambizioso, originale ed innovativo. Come molti sanno, si è sempre occupato di formazione, come educatore al Convitto Nazionale Vittorio Emanuele II e come educatore-allenatore nel rugby. In entrambe le attività, non si è mai preoccupato dello stato sociale dell’alunno o del piccolo atleta ma solo ed esclusivamente dei suoi bisogni e della sua formazione ed è una grande soddisfazione incontrarli adesso, ormai uomini e donne, contenti di aver raggiunto i propri obiettivi.