Romanò Simchà con Santino Spinelli e l’Orchestra Multietnica di Arezzo. Il Festival delle Musiche si prepara a vivere la prima festa ebraica rom italiana per lo storico incontro tra i due gruppi musicali

Mercoledì 5 agosto il Festival delle Musiche porterà sul palco del Teatro all’aperto di Monte San Savino “Romanò Simchà”, la prima festa ebraica rom italiana, grazie all’incontro tra l’Orchestra Multietnica di Arezzo e Alexian Santino Spinelli Group in una produzione curata da Officine della Cultura e realizzata, per l’occasione, in collaborazione con Rete Toscana Ebraica. Inizio ore 21:15.

“Romanò Simchà” è molto più di un concerto. Rappresenta l’esempio concreto dell’incontro possibile tra mondi musicali che più volte nella storia hanno incrociato il proprio cammino mettendo a confronto le proprie tradizioni e contaminandosi reciprocamente in una fruttuosa sinergia. A rappresentare il mondo musicale rom ci saranno Alexian Santino Spinelli, le sue composizioni, la sua storia familiare, il suo carisma, il suo impegno per la valorizzazione della cultura rom riconosciuto a livello internazionale che in Italia l’ha portato, recentemente, ad essere insignito del titolo di Commendatore e la sua inconfondibile fisarmonica. Il mondo musicale ebraico italiano sarà invece veicolato da una delle sue voci principali, Enrico Fink, con il suo eclettismo musicale e la preziosa ricerca di canti capaci di raccontare la lunga storia di interazione e scambio della musica ebraica con le tradizioni popolari e colte italiane, pur mantenendo un’identità e un carattere tutto proprio. Mondi storicamente vitali che in “Romanò Simchà” si arricchiscono degli spunti e dal percorso civile e sociale, oltreché musicale, dell’Orchestra Multietnica di Arezzo, associazione impegnata da anni nel racconto dell’Italia delle mille culture, delle minoranze e delle differenze da valorizzare, nelle piazze, nei teatri e nelle scuole.

Protagonisti ulteriori di questo incontro storico prezioso, in cui le barriere costruiscono ponti, la palizzate sentieri e le tavole si trasformano in luoghi di convivio e di racconto, saranno oltre ad Enrico Fink (voce, flauto) e ad Alexian Santino Spinelli (fisarmonica) anche Luca “Roccia” Baldini (basso, contrabbasso), Massimiliano Dragoni (percussioni, salterio), Massimo Ferri (chitarra, bouzouki, cümbüs), Gianni Micheli (clarinetti), Gennaro Spinelli (violino), Marco Vignale (tromba, flicorno). Ingresso € 8.

Il Festival delle Musiche è un progetto di Officine della Cultura, all’interno del Colline Etrusche Festival, in collaborazione con A.S. Monte Servizi e Fondazione Toscana Spettacolo onlus e con Accademia d’Arti Antiche Resonars, Rete Toscana Ebraica e Jazz on the Corner. Con il sostegno di Regione Toscana e l’adesione dei Comuni di Monte San Savino, Marciano della Chiana, Lucignano, Castiglion Fiorentino, Cortona, Civitella in Val di Chiana e Foiano della Chiana. Direzione artistica Alessandro Perpich, Massimiliano Dragoni e Luca Roccia Baldini. Media partner Teletruria.

Info Festival e prenotazioni per gli eventi gratuiti presso Officine della Cultura 0575 27961 – 338 8431111 – [email protected]. Prevendite: Officine della Cultura – Via Trasimeno 16, Arezzo; Circuito Box Office Toscana; TicketONE. Biglietteria: presso il luogo del concerto, apertura un’ora prima dello spettacolo. Con il contributo di Estra e Coingas SpA.

Ulteriori informazioni e aggiornamenti in tempo reale seguendo le rispettive pagine facebook: Festival delle Musiche (www.facebook.com/FestivalDelleMusiche), Festival Musicale Savinese (www.facebook.com/FestivalMusicaleSavinese), Suoni dalla Torre (www.facebook.com/suonidallatorre). Sito internet e programma completo: www.festivaldellemusiche.it.