Saluti di fine anno tra insegnanti e ragazzi nei giardini della scuola dell’Istituto Comprensivo Guido Monaco di Castel Focognano.

L’Istituto Comprensivo Guido Monaco di Castel Focognano, promuove un momento di saluto tra insegnanti, bambine e bambini, ragazze e ragazzi che concludono quest’anno il proprio ciclo scolastico. L’appuntamento riguarderà, dunque, i bambini dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia, la classe quinta della scuola Primaria mentre per le ragazze e ragazzi delle classi terze della scuola secondaria di primo grado, che dal giorno 12 giugno saranno impegnati negli esami di licenza media, l’incontro con compagni e professori verrà rinviato. Essendo ancora nel periodo di emergenza Covid, il saluto si svolgerà all’aperto, in piena sicurezza, nel rispetto dei divieti di assembramento e delle regole  stabilite dal Comitato Tecnico- Scientifico.

Inizieranno i bambini della classe quinta Martedì 10 giugno alle ore 18,00 all’interno del giardino della loro scuola. Il distanziamento sarà garantito da cerchi colorati e quando i bambini si muoveranno lo faranno stringendo corde annodate alla distanza di un metro nel rispetto delle regole a tutela della salute di tutti e con protezioni individuali. Seguirà il saluto tra insegnanti e bambini dell’ultimo anno della Scuola dell’Infanzia  Martedì 23 giugno alle 18,00. Nell’occasione, oltre alla consegna degli elaborati, i bambini riceveranno in dono il diploma di “ promozione” alla prima classe e il cappellino di laurea.

L’Assessore scuola cultura, Rosetta Chianucci:
“L’Amministrazione di Castel Focognano, accoglie e condivide l’importanza dell’iniziativa. Rivedersi almeno l’ultimo giorno di scuola consentirà ai vari gruppi di studenti di riprendere un fondamentale rapporto affettivo e relazionale con coetanei e  insegnanti, offrirà l’occasione di vivere un momento importante di socialità in serenità e leggerezza dopo un anno difficilissimo. Un ringraziamento alla Preside Cristina Giuntini e alle insegnanti che hanno ideato e organizzato questo importante momento di incontro dal forte impatto emotivo e di grande valore simbolico per i nostri ragazzi.”