Strada della Catona, i residenti: “scarsa illuminazione, senza marciapiedi, auto a tutto gas e animali selvatici”

Domenica sera un 86enne ha perso la vita, travolto d un’auto, al buio. La strada della Catona, via Buonconte insomma, è una delle arterie principali della zona nord della città ed i residenti, come i commercianti, lamentano la situazione in cui si trova.

Parlano infatti di “scarsa illuminazione e assenza di marciapiedi: le case e anche alcuni negozi, per la maggior parte, affacciano direttamente sulla carreggiata”.

Un altro problema è che, nonostante sia presente un segnalatore di velocità, le auto sfrecciano su questa strada. “I sorpassi sono all’ordine del giorno, ad ogni altezza, anche vicino all’incrocio di Ca’ di Cio, di per sè pericoloso, che si quello con via Tarlati. In quest’ultimo, le auto, spesso vengono lasciate in mezzo alla carreggiata, nello spartitraffico segnalato dalle strisce a terra. Questo crea problemi a chi si incolonna al semaforo o a chi svolta da via Tarlati verso la Catona”.

Non è finita, altri lamentano la presenza di animali selvatici: “cinghiali o caprioli attraversano spesso la strada, specialmente di buio. Io ci ho rimesso la gomma della macchina – racconta un ragazzo – e fortunatamente solo quella. Un cinghiale mi è spuntato all’improvviso, all’altezza della chiesa di Ca’ di Cio, veniva dai campi circostanti. Fortunatamente l’incidente non ha avuto conseguenze peggiori”.