1 maggio nel segno del Covid: “L’Italia si cura con il lavoro”

Cgil, Cisl e Uil in uno dei punti di crisi: il Valdarno. Incontro dei segretari provinciali con i giornalisti di fronte alla Lem

Il Covid non rende possibili manifestazioni ma Cgil, Cisl e Uil non rinunciano a ricordare il valore del Primo Maggio. Il tema di quest’anno è ovviamente condizionato dalla pandemia: “L’Italia si cura con il lavoro”. E i sindacati confederali della provincia di Arezzo hanno scelto quale luogo simbolo l’area industriale del Valdarno.

Ci saranno solo i Segretari generali e, in rappresentanza dei lavoratori, i Segretari di categoria all’incontro con i giornalisti che si terrà sabato 1 maggio alle ore 11 di fronte alla LEM.

“Le norme di sicurezza non ci consentono assembramenti ma nella logica di questo 1 maggio 2021, vogliamo essere di fronte a due aziende oggi in difficoltà e con i lavoratori in cassa integrazione. Indipendentemente dall’esito delle indagini della magistratura sugli incendi che hanno colpito e fermato Valentino e LEM, oggi abbiamo qui un problema occupazionale che si lega alla situazione complessiva di una zona sulla quale è necessario riflettere con grande attenzione”.