Bibbiena territorio attivo: i 50 anni di Lorena e Graziana

L’iniziativa di ascolto intrapresa alcuni mesi fa dal Sindaco Filippo Vagnoli, lo ha portato a Soci nella piccola attività a conduzione familiare delle fioraie Lorena e Graziana. Il motivo di questa visita è il suo eroico mezzo secolo di attività.

Era il 1971 quando Lorena decide di aprire nel paese di Soci un piccolo negozio di fiori, un’eccezione nel contesto socio culturale di allora, una scelta diversa, che però nel tempo si è consolidata nella sua bellezza e opportunità per tutti.

Graziana è entrata nel negozio di famiglia appena finita la scuola lo racconta così: “Ero giovane e all’inizio non avevo molta voglia, poi ovviamente non avendo ancora la fiducia della gente, ero anche abbattuta. Poi invece questo piccolo mondo è diventata la mia vita e la mia dimensione. Oggi questa data rappresenta per me e per mia mamma un nuovo inizio. Io vedo sempre la luce, e credo che aver festeggiato questo piccolo traguardo intermedio in questo periodo sfortunata abbia un grande significato, dobbiamo ricominciare da un fiore, come un fiore a fiorire ancora”.

Graziana è la Presidentessa del Centro Commerciale Naturale di Soci e come tale ha da anni sostenuto gli sforzi dei colleghi con slancio e creatività: “Credo molto nella cooperazione e nel fare per la comunità, solo questo può rendere un paese vivo e attivo sempre. Non è possibile ed è miope lavorare solo per noi, il segreto è fare gruppo, rete o come la vogliamo chiamare, ovvero impegnarsi per tutti e poi per noi”.

Il Sindaco Filippo Vagnoli ha donato una pergamena in ricordo di questi 50 anni di lavoro e di attività nel paese mentre Lorena e Graziana gli hanno donato una rosa bianca come segno di rinascita.

Il Sindaco ha commentato: “Trovo in questa piccola attività l’esempio di forza e operosità di questo paese, trovo in Lorena a Graziana la modestia e insieme la determinazione dei miei cittadini che non hanno voluto piegarsi alla bruttezza di questo periodo nero, vedo in loro un esempio di rinascita che deve valere come monito per tutti”.

Il negozio di Graziana è davvero un esempio di rinnovamento e ce lo spiega lei stessa perché: “Ho sempre lavorato con i social anche prima, ma con il covid ho capito che ogni attività andava sostenuta anche con il racconto e una promozione diversa, sono diventata così una fioraia 4.0 e con grande soddisfazione”.

Intanto il Sindaco Vagnoli prosegue il suo percorso di conoscenza nei confronti delle realtà produttive e imprenditoriali del territorio e commenta: “La nostra realtà è ricca di idee ma soprattutto di persone che hanno fatto crescere passioni e dato vita a strutture che sono un vanto vero per tutto il Casentino. E’ mio dovere capire le loro difficoltà, conoscere il loro mondo e sostenerli in questo momento in cui è necessario riprendere il volo”.