Cortona celebra i 500 anni di Francesco Laparelli

Due giornate di studio per ricordare l’architetto militare cortonese

Cortona celebra i 500 anni dalla nascita di Francesco Laparelli (1521-1570) architetto militare cortonese tra i più noti del Rinascimento. Per l’occasione il Comune di Cortona e l’Accademia Etrusca promuovono «Laparelli 500», un convegno internazionale in programma venerdì 1 e sabato 2 ottobre al Centro Convegni Sant’Agostino.

Vi partecipano studiosi e docenti universitari da Italia, Malta e Australia. Da La Valletta si collegherà anche l’ambasciatore d’Italia a Malta Fabrizio Romano. Saranno presenti gli studenti dell’Istituto Tecnico Economico Francesco Laparelli di Cortona (quest’anno ricorre il 50° anniversario della scuola) che presenteranno un video e un libro da loro realizzati sulla figura del celebre architetto.

Laparelli fu uno dei personaggi più significativi del suo tempo nel campo dell’ingegneria, dell’urbanistica e delle fortificazioni. La sua fama muove da Cortona e dalla Toscana per raggiungere Roma e lo Stato della Chiesa. Quindi Laparelli viene inviato a Malta, vittoriosa ma logorata dopo l’assedio dei Turchi, dove progetta e avvia la costruzione della nuova città La Valletta e delle sue fortificazioni rimaste intatte fino ad oggi.

Un’altra odierna e pubblica testimonianza delle opere di Francesco Laparelli sono i disegni originali delle progettazioni urbanistiche e delle fortificazioni a Malta, donati nel 2008 all’Accademia Etrusca di Cortona dalla contessa Costanza Laparelli Pitti, ultima dei suoi discendenti e scomparsa l’anno seguente.

La prima giornata di «Laparelli 500» comprenderà, tra l’altro, interventi e relazioni sulle realizzazioni di Francesco Laparelli a Cortona (ristrutturazione della Fortezza di Girifalco e il campanile del Duomo) e per lo Stato della Chiesa chiamato da papa Pio IV. Tra queste il completamento della Cupola di San Pietro a Roma su designazione dello stesso Michelangelo. La seconda giornata sarà invece dedicata all’operato di Laparelli a Malta, dove ancora oggi i «suoi» bastioni continuano a preservare la città di La Valletta come in una immensa fortezza. Agli incontri interverranno il sindaco di Cortona Luciano Meoni e l’assessore alla Cultura Francesco Attesti, il programma completo delle celebrazioni sarà annunciato nei prossimi giorni.

In attesa di queste iniziative va ricordato l’intenso programma di appuntamenti dell’istituto scolastico «Laparelli» di Cortona. Si parte il 19 settembre ai giardini del Parterre. Alle 16 si terrà il talk «Ricordi di scuola» sui primi 50 anni dell’istituto, a seguire streetfood organizzato da Terretrusche e quindi alle 21 la proiezione del video «Amarcord 1988-2003» nell’aula Moderna. Domenica 26 settembre è in programma l’itinerario «Sulle tracce di Laparelli». Martedì 28 alle 10 si terrà il primo consiglio comunale degli studenti Ite nella sala comunale. Gli allievi passati e presenti parteciperanno all’incontro del primo ottobre «Laparelli 500» durante il quale sarà assegnata la borsa di studio della matematica «Catia Ridolfi», sabato 2 ottobre alle 17 è in programma il convegno su «Consapevolezza ed educazione finanziaria» con Giuseppe Ghidolfi, a cura di Banca Popolare di Cortona.

Tutte le iniziative sono su prenotazione allo 057562176 e richiedono il possesso di certificazione verde.