La 140esima edizione della Giostra del Saracino dedicata a Dante Alighieri

Sarà dedicata a Dante Alighieri (Firenze, 1265 – Ravenna, 1321) nel settimo centenario della morte, la Giostra della Madonna del Conforto.

Con delibera n. 183 la Giunta Comunale ha provveduto, come da prassi, a ratificare l’annullamento dell’edizione della Giostra del Saracino di sabato 19 giugno e al tempo stesso stabilire la dedica della 140esima edizione della manifestazione, in programma domenica 5 settembre, per la quale l’amministrazione sta varando il piano progettuale da sottoporre alla Prefettura. 

Sarà dedicata a Dante Alighieri (Firenze, 1265 – Ravenna, 1321) nel settimo centenario della morte, la Giostra della Madonna del Conforto. Autore della “Divina Commedia” che in cento canti riassume tutta la cultura basso medievale, Dante Alighieri è unanimemente riconosciuto come il maggior poeta italiano, il Sommo Poeta, il quale ebbe modo in ripetute occasioni di frequentare Arezzo e il suo territorio lasciando proprio nella Divina Commedia testimonianza della consuetudine degli aretini di correre tornei cavallereschi. Ne troviamo traccia nel canto XXII dell’Inferno “Io vidi già cavalier muover campo, e cominciare stormo e far lor mostra, e talvolta partir per loro scampo; corridor vidi per la terra vostra, o Aretini, e vidi gir gualdane, fedir torneamenti e correr giostra”. I suoi versi poetici, a partire dal Novecento, hanno fornito un efficace supporto all’ambientazione trecentesca della Giostra del Saracino nell’età moderna.