La cucina di Chisciotte, anticipo di stagione per il Teatro Rosini di Lucignano

Lo chef Lissignoli dà il via in streaming agli appuntamenti in Val di Chiana tra cucina e teatro

Buone notizie dal Teatro Rosini di Lucignano che, in attesa di dare ufficialmente avvio alla stagione degli eventi teatrali nella prossima primavera-estate, apre virtualmente le porte ai suoi spettatori in due appuntamenti in diretta streaming realizzati nella rinnovata collaborazione tra Comune di Lucignano, Officine della Cultura e i Ristoratori di Lucignano.

Il racconto dell’idea parte da Roberta Casini, Sindaca di Lucignano: «Prenderemo spunto dall’impossibilità di avere il pubblico in teatro per mettere in piedi qualcosa che in teatro non sarebbe mai stato possibile realizzare: entrare nella cucina dei nostri ristoratori e fare cucinare i nostri spettatori. Così, grazie ancora alla disponibilità de Il Goccino e de La Tavernetta e all’intuito di Officine della Cultura, proseguiremo in streaming il nostro avvincente connubio tra cultura, dialogo, teatro, musica e gastronomia. In attesa di poter riaprire le piazze all’incontro, speriamo il prima possibile».

Appuntamento inaugurale martedì 16 febbraio con inizio della diretta streaming alle ore 17:30, visibile sulle pagine Facebook del Teatro Rosini e di Officine della Cultura e sul canale YouTube OfficineProduzioni. Ospite dell’incontro dal titolo “La cucina di Chisciotte”, all’interno dalla trasmissione Officine Foyer a cura di Officine della Cultura per l’occasione realizzata in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo onlus, sarà lo chef – filosofo del cibo Aldo Lissignoli. Il cuoco bresciano, con la passione per l’alimentazione unita a quella per il giornalismo e la divulgazione scientifica, dialogherà da un lato con Luca Roccia Baldini al seguito delle avventure culinarie di Don Chisciotte della Mancia, il cavaliere nato dalla penna di Miguel de Cervantes, dall’altro con gli chef dei rinomati ristoranti di Lucignano, Il Goccino e La Tavernetta, che, strumenti alla mano e cucina a disposizione, daranno vita in diretta ai piatti nati al seguito delle suggestioni letterarie, evocative e gastronomiche di Lissignoli. Esperienza che potrà essere ripetuta a casa anche dai partecipanti alla diretta – le stesse Officine della Cultura avranno una tra i suoi soci in cucina alle prese con pentole e fornelli – purché si prenda visione degli ingredienti attraverso i social.

Martedì 9 marzo secondo appuntamento di questa anteprima di stagione con la nuova produzione a firma Officine della Cultura “In Arte son Chisciottə”. L’evento, che sarà trasmesso in diretta streaming dal palcoscenico del Teatro Rosini, avrà inizio alle ore 21:30 e sarà visibile esclusivamente all’interno della piattaforma www.ilsonar.it. Protagonisti del racconto liberamente ispirato al capolavoro di Cervantes, scritto da Samuele Boncompagni con il contributo agli studi e alla documentazione di Stefano Ferri, saranno Luisa Bosi, Elena Ferri, i solisti dell’Orchestra Multietnica di Arezzo Luca Roccia Baldini (basso), Massimo Ferri (chitarra, oud), Gianni Micheli (clarinetto, fisarmonica) e Mariel Tahiraj (violino), Paolo Bracciali (tecnico in scena), Lucia Baricci (scenografa in scena) e Gabriele Berioli (fonico in scena). Regia teatrale di Luca Roccia Baldini, regia live streaming di Materiali Sonori / Blanket Studio. Il costo del biglietto, di € 5,00, sarà devoluto interamente all’Associazione Autismo Arezzo per le tante attività sociali messe a dura prova da questo lungo periodo di pandemia.

Entrambi gli appuntamenti, con lo studio sul Don Chisciotte portato avanti da Officine della Cultura, si inseriscono negli eventi della Festa della Toscana 2020, una scelta operata dal Comune di Lucignano con la dedica ad una Toscana terra di libertà, di creatività e di cura dell’altro. “In Arte son Chisciottə”, difatti, già nel titolo ribalta l’eroe dell’azione trasformandone il genere – sviluppandolo al femminile con la presenza di due giovani artiste toscane, Lucia Bosi ed Elena Ferri -, ne ritocca i confini letterari sfidando le attuali convenzioni sociali, parlando al passato e allo stesso tempo al presente, ponendosi la questione cruciale della difesa dei diritti di un’umanità indivisa da confini geografici e culturali. Questo grazie anche all’aiuto della musica dal vivo eseguita dai solisti dell’Orchestra Multietnica di Arezzo, alla valorizzazione degli aspetti “tecnici” dell’arte dello spettacolo, quelli che più stanno soffrendo dell’attuale chiusura degli spazi, e ad un allestimento ideato per andare in scena in teatro, certo, ma anche in streaming, grazie ad un attento studio dei linguaggi e alla loro preziosa contaminazione, quanto più preziosa oggi che vede lo streaming come una delle tante stanze abitate delle nostre case.

L’incontro “la cucina di Chisciotte”, al di là della trasmissione in streaming, sarà trasmesso in seconda serata sull’emittente televisiva Teletruria. Ulteriori informazioni visitando il sito www.officinedellacultura.org.