L’esponente della Lega Casucci parla del tema dell’Hospice

Il Consigliere Comunale: "Sull'hospice vigileremo che venga rispettato il cronoprogramma dei lavori. Soddisfatti che l'obiettivo finale sia la collocazione nell'area del Pionta. Noi puntiamo sempre alla creazione di una Cittadella della Salute."

AREZZO. “Dopo tante incertezze, finalmente alcuni dati certi sul tema dell’Hospice di Arezzo – afferma Marco Casucci, Consigliere regionale della Lega – visto che entro un paio di settimane troverà collocazione temporanea presso l’Agazzi e nel giro di due anni verrà definitivamente ubicato nell’area del Pionta.”

“Da qui ai primi di agosto – prosegue il Consigliere – è doveroso, ovviamente, verificare con la massima puntigliosità come la predetta struttura abbia i giusti requisiti e che ci sia un adeguato numero di personale specializzato dedicato all’assistenza.” “Il fatto che, poi, s’impieghino due anni anzichè tre per il trasferimento finale – precisa l’esponente leghista – è un elemento positivo e sarà nostra cura attenzionare, quindi, il cronoprogramma, confidando che con la buona volontà da parte di tutti, si possano anche ridurre le tempistiche.”

“Riguardo alla zona deputata per accogliere l’Hospice – sottolinea il rappresentante della Lega – a questo punto, ritengo che la mia idea di realizzare proprio in quell’area una funzionale “Cittadella della Salute” sia ancora più praticabile; in tal modo, gli aretini avrebbero a disposizione un ulteriore e qualificato punto di riferimento per le loro esigenze sanitarie, a prescindere dalla naturale e fondamentale presenza dell’ospedale San Donato.” “Insomma – conclude Marco Casucci – l’annuncio del Direttore generale dell’Asl D’Urso è confortante; ci auguriamo, dunque, che quanto prospettato non subisca, in corso d’opera, alcun deleterio rallentamento.”