Misure Covid, 800mila euro di aiuti alle imprese di trasformazione del latte

Stefania Saccardi: “Sono aiuti a un settore che, come tanti altri, ha pagato più pesantemente gli effetti dell’emergenza sanitaria in termini economici"

Stefania Saccardi
Stefania Saccardi
E’ stata completata in questi giorni l’erogazione di 800mila euro alle piccole e medie imprese casearie che hanno sofferto dal punto di vista economico a causa della pandemia. Si tratta dei fondi previsti sulla Misura 21.2 cioè “Eccezionale aiuto temporaneo alle micro e PMI che operano nella trasformazione e commercializzazione dei prodotti lattiero caseari particolarmente colpite dalla crisi covid 19”.

Beneficiarie della misura sono state le PMI  della trasformazione e commercializzazione di prodotti lattiero caseari sia della filiera del latte ovino che del latte bovino.
I fondi sono stati assegnati a 17 imprese che hanno beneficiato di un importo massimo di aiuto pari a 50mila euro  commisurato alla perdita di fatturato registrata nel trimestre marzo – maggio 2020, periodo del primo lockdown a seguito della pandemia da covid-19,  rispetto allo stesso trimestre del  2019.

“Sono aiuti a un settore che, come tanti altri, ha pagato più pesantemente gli effetti dell’emergenza sanitaria in termini economici – ha detto la vicepresidente e assessora all’agroalimentare Stefania Saccardi – Questi fondi  possono dare un sostegno a queste imprese, con l’intenzione di valorizzare la qualità del nostro latte fresco e dei prodotti che ne derivano, cosicché poi possano ripartire con energia  dopo aver passato un momento così grave e difficile”.