Oltre 17 milioni di euro per le opere pubbliche di Cavriglia nel 2021

Approvato in Consiglio Comunale il piano di interventi nell'ambito del triennio fino al 2023, l'Amministrazione Comunale sta lavorando pancia a terra anche alle Scuole, alla CicloPedonale verso la località Nardi  ed al Campo da golf

Nella sessione del 12 aprile del Consiglio Comunale, l’Amministrazione di Cavriglia ha approvato il piano delle opere pubbliche per il 2021 all’interno del triennio che poi si esaurirà nel 2023.

La disponibilità per l’anno in corso assomma a oltre 17.300.000 Euro, un totale derivato soprattutto dalla capacità del Comune di intercettare risorse da enti esterni.

Tre sono gli interventi principali nell’ambito dei lavori pubblici: il secondo lotto della nuova viabilità per l’Area industriale di Bomba, il tratto di collegamento con Gaiole in Chianti della Ciclopista dell’Arno e la stabilizzazione del movimento franoso che ha interessato la strada comunale Tregli-Le Corti.

I lavori della nuova viabilità per l’area industriale saranno interamente finanziati da RFI nell’ambito dell’accordo già siglato con l’azienda da parte dei comuni valdarnesi per un importo complessivo di 14.500.000 €

Prenderà dunque, nel corso del 2021, il via il cantiere per la realizzazione del tunnel che faciliterà il collegamento di Bomba e dell’ex area mineraria con la SR 69, evitando l’impianto semaforico del Porcellino.

Oltre a risolvere annosi problemi legati alla viabilità, il nuovo percorso sarà importantissimo anche nel prossimo futuro a seguito della realizzazione del parco dello Sport, struttura che beneficerà, parimenti a Bomba, del nuovo sbocco privilegiato con la Regionale 69 e la A1.

Passando all’opera successiva, questa consiste in una ramificazione della “Ciclopista dell’Arno” che mette in collegamento le lame del fiume con il Chianti collegando luoghi e spazi di attrazione turistica come l’ex area mineraria e il circuito di Bellosguardo, e terminando a monte della frazione di Grimoli al confine comunale tra Cavriglia e Gaiole, all’altezza di Badia a Coltibuono, raggiungendo dunque il percorso de “L’Eroica”.

L’opera, che assomma ad un milione e 150 mila Euro, per metà è finanziata dalla Regione Toscana e per per la restante parte con i soldi percepiti da RFI nell’ambito della Convenzione sottoscritta dai comuni.

Il Comune di Cavriglia, individuato capofila del progetto, provvederà per entrambi gli enti a conferire l’incarico della progettazione, alla direzione dei lavori e ad espletare le procedure di affidamento.

Il terzo intervento previsto è poi quello della stabilizzazione a mezza costa del movimento franoso che ha interessato la  vecchia strada comunale Tregli-Le Corti, finanziato attraverso un bando indetto dal Ministero dell’Interno per gli Enti Locali per un importo pari a circa 150 mila euro.

A questo programma si aggiunge poi il proseguimento di alcuni lavori già programmati e non inseriti specificamente nel piano annuale.

Vanno avanti infatti gli step per le scuole cavrigliesi, nell’ambito dell’investimento complessivo di oltre 7 milioni di euro per l’efficientamento di tutti gli immobili sotto il punto di vista energetico (copertura, cappotto termico e sostituzione infissi),  l’abbattimento di tutte le barriere architettoniche con ascensori, la ristrutturazione degli edifici internamente e l’apporto di modifiche alle strutture per un completo adeguamento antisismico.

Attualmente i lavori sono concentrati sul secondo stralcio della Primaria e Secondaria di Primo Grado di Castelnuovo (impegno di spesa di circa 2 milioni e 600 mila euro), mentre in estate partiranno nella sede di Santa Barbara per la trasformazione della stessa in un plesso “0-6 anni” (900 mila euro l’investimento totale) e il proseguimento dei lavori della Scuola Primaria a Cavriglia (costo 675.000 Euro).

Sono in svolgimento inoltre i cantieri per il nuovo campo da golf a nove buche, in un’area che sta sempre più diventando strategica per la Cavriglia turistica, tra il lago di Castelnuovo con le sue strade bianche e i circuiti di Bellosguardo, già vocati da tempo alle attività a contatto con la natura e alla pratica degli sport outdoor, confinante inoltre con il sito dove è prevista la nascita del Parco dello Sport.

In questo caso l’importo dei lavori per una cifra di circa 1.900.000, deriva interamente da contributi provenienti da fondi CIPE (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica), un finanziamento connesso esclusivamente alla realizzazione di impianti per la disciplina golfistica.

Per la fine dell’estate è poi programmato il cantiere del secondo stralcio della pista ciclabile tra il capoluogo e la località Nardi, con la gara d’appalto che sarà bandita entro giugno 2021 ed i lavori che saranno avviati entro settembre.

Il costo totale della ciclopedonale verso il Nardi assomma a circa 200 mila euro, parzialmente finanziati dalla Regione attraverso un contributo di 75 mila euro.

Sono infine in corso diversi lavori di manutenzione straordinaria nei cimiteri del territorio: in quello di Vacchereccia è previsto l’ampliamento dei posti a terra ed un nuovo padiglione, a San Cipriano l’aumento dei posti e terra e a Castelnuovo dei Sabbioni un ulteriore padiglione e la realizzazione di un accesso secondario.

Il 2021 è un anno estremamente importante per il nostro territorio. “Questo il commento del Sindaco Leonardo Degl’Innocenti o Sanni. “Vedremo nascere cantieri che permetteranno di risolvere il problema dello svincolo del Porcellino e allo stesso tempo implementeremo il turismo ecosostenibile con il nostro tratto di competenza della Ciclopista dell’Arno.

E’ una risposta notevole sotto il profilo economico ed occupazionale, in un periodo peraltro terribile come quello che stiamo vivendo a causa dell’epidemia del Covid-19, ma ovviamente noi stiamo anche proseguendo con altri lavori di lungo corso come quelli delle scuole, lavori che consegneranno strutture all’avanguardia alle nuove generazioni, ed il campo da golf che è un  passo considerevole verso la realizzazione del Parco dello Sport.”