Riscontro di irregolarità durante alcuni controlli sull’autotrasporto di merci e persone

In seguito ad alcune verifiche sono venute alla luce varie violazioni alla normativa sul rispetto dei tempi di guida e di riposo, oltre alla presenza di dispositivi di vecchia generazione.

Gli Agenti della squadra motociclisti della Polizia Municipale hanno effettuato controlli sull’autotrasporto di merci e persone: sono stati interessati 12 veicoli, dei quali 2 di nazionalità straniera.

Dai controlli stessi, effettuati attraverso l’analisi dei dati del cronotachigrafo, una componente obbligatoria della strumentazione di bordo dei veicoli commerciali circolanti in ambito europeo superiori alle 3 tonnellate e mezzo (autocarri, autotreni autoarticolati e autobus), sono emerse varie violazioni alla normativa sul rispetto dei tempi di guida e di riposo. In particolare, sono state 5 le sanzioni elevate per lo sforamento delle ore di lavoro consentite.

Ulteriori verifiche hanno consentito di scoprire un autocarro dotato di dispositivo cronotachigrafo analogico di vecchia generazione e sprovvisto dei sigilli attestanti la sua integrità. In questo caso è scattata una sanzione di oltre 1.700 euro e l’immediato ritiro della patente di guida del conducente per la successiva sospensione tra i 15 giorni e i 3 mesi.