“SpettAttori” diventa virtuale: torna il laboratorio della Libera Accademia

La scuola aretina rinnova il percorso formativo per vivere il teatro nei ruoli di attori e di spettatori. Il laboratorio, in partenza da sabato 6 marzo, è tenuto da Amina Kovacevich e Samuele Boncompagni

AREZZO – Un percorso formativo per vivere il teatro nel doppio ruolo di attori e di spettatori. La Libera Accademia del Teatro si appresta a rinnovare il proprio impegno nel laboratorio “SpettAttori” che, al via dalle 15.00 di sabato 6 marzo, sarà caratterizzato da una speciale edizione virtuale tra lezioni in videoconferenza e spettacoli on-line.

I docenti Amina Kovacevich e Samuele Boncompagni accompagneranno gli allievi alla fruizione consapevole e informata di un’opera teatrale attraverso un percorso di scoperta e di approfondimento delle dinamiche del palcoscenico tra espressività, mimica, postura, interpretazione dei personaggi e utilizzo della voce, con una formazione orientata ad una concreta e consapevole sperimentazione di questa arte.

«Il progetto – commenta Kovacevich, – vuole stimolare la curiosità culturale di chi desidera capire da vicino come si arriva a mettere in scena uno spettacolo, di come ci si sente quando si interpreta, di quanti e quali sono gli infiniti modi di apprezzare un’opera teatrale. Sperimenteremo i diversi aspetti degli spettacoli per stimolare la curiosità e il sapere dei nostri allievi, con una modalità esperienziale in prima persona che configura l’originalità ed il punto di forza di “SpettAttori”».

Di volta in volta, “SpettAttori” individuerà alcuni spettacoli proposti sul web e sarà scandito da un lavoro diviso in tre fasi: esperienza (dove verranno vissuti esercizi di propedeutica teatrale legati a temi, testo, personaggi e allestimento), approfondimento (dove verranno forniti spunti di esplorazione dell’opera in preparazione alla visione) e impressioni (dove verrà richiesto ad ogni partecipante, al termine della visione, di condividere una valutazione personale sul ruolo di spettatore a distanza e sul percorso formativo svolto).

Il fulcro di “SpettAttori”, ovviamente, resterà poi la vera e propria fruizione dello spettacolo che avverrà al termine delle prime due fasi con un pubblico sempre più preparato e coinvolto. Il primo incontro sarà orientato alla visione dello spettacolo “In arte son Chisciotte” prodotto dalle Officine della Cultura e scritto da Boncompagni che è in programma lunedì 8 marzo in streaming sulla piattaforma ilsonar.it, mentre il secondo sarà dedicato al progetto multimediale OZz della compagnia KanterStrasse che sarà trasmesso lunedì 22 marzo.

Il percorso di “SpettAttori” sarà rivolto agli allievi già impegnati nei tradizionali corsi della Libera Accademia del Teatro che potranno vivere insieme anche l’esperienza da spettatori e fruire di questa arte in tutta la sua ricchezza, ma anche agli ex allievi, agli attori amatoriali e ai semplici appassionati interessati a scoprire le dinamiche che conducono alla messa in scena di uno spettacolo. Per informazioni e per iscrizioni al laboratorio è possibile scrivere a [email protected] o contattare il 333/566.39.28.

«“SpettAttori” – aggiunge Boncompagni, – è un progetto di cui andiamo orgogliosi che nasce dalla volontà di accompagnare alla visione comune di uno spettacolo dopo aver svolto uno specifico lavoro di preparazione e di approfondimento. Le scorse edizioni in presenza hanno registrato la partecipazione di molti allievi che hanno dimostrato il loro apprezzamento verso questa prospettiva di fruizione del teatro dalla poltrona al palcoscenico e viceversa, dunque abbiamo scelto di riproporre il laboratorio anche nell’attuale situazione di emergenza sanitaria, con un’edizione tutta virtuale di cui fruire direttamente tra le mura di casa».