Terranuova, stagione venatoria: effettuato il ripopolamento per l’anno 2021

Il vicesindaco: “Programmata l’attività venatoria grazie all’Ambito territoriale di caccia con l’immissione di lepri e fagiani sul territorio comunale”.

TERRANUOVA. Con l’immissione di circa 500 esemplari tra lepri e fagiani, il Comune di Terranuova – in collaborazione con l’Ambito territoriale di caccia – ha effettuato il ripopolamento venatorio per l’anno 2021.

“Già da inizio anno – ha detto il vicesindaco Mauro Di Ponte, con delega alla caccia – abbiamo programmato l’attività venatoria – grazie all’ATC1, Arezzo Valdarno Valdichiana Casentino – in accordo con i principi di conservazione della fauna, coniugando gli interessi delle diverse categorie coinvolte”.

In particolare, il ripopolamento ha visto l’immissione di 20 lepri (in coppia) nel territorio, coinvolgendo le aree di Poggio Orlandi, Vigne, Piantravigne, Traiana, Tasso, Penna, Santa Maria, Pozzi, Ville e Cicogna. Lo scorso agosto il Comune ha previsto l’immissione di 479 fagiani, immessi a coppie, nelle zone delle Ville, Treggiaia, Piantravigne, Persignano, Montemarciano, Penna, Cicogna, Traiana, Campogialli, Castiglion Ubertini, Tasso, Pernina, Pozzi, Poggio Orlandi, Gangherete, Faggeta, Santa Maria, Strabuzzoni, Farnibona, Bacchi, Borro Tasso e Comugni.

“Domenica 19 settembre apre la stagione venatoria – conclude il vicesindaco – i cacciatori attivi nel nostro Comune sono 355, fino ad oggi sono stati ritirati 266 tesserini venatori”.