“Festival JazzandWine”: dal 18 agosto sulle terrazze della Casa Museo Bruschi

Primo appuntamento con il concerto del Giovanni Benvenuti Trio, degustazione di vini a cura della Tenuta Canto alla Moraia

Ascoltare ottima musica jazz sorseggiando buon vino in una delle terrazze più scenografiche del centro storico aretino. Tutto questo è possibile grazie alla nona edizione della rassegna JazzandWine, ideata dalla Fondazione Ivan Bruschi con la direzione artistica dell’Associazione Jazz On The Corner di Francesco Giustini. Nuova edizione che si terrà dal 18 agosto al 15 settembre alle ore 21,15 per quattro serate nelle terrazze di Casa Bruschi. 

Il primo appuntamento giovedì 18 agosto è con il Giovanni Benvenuti Trio con Giovanni Benvenuti al sax, Francesco Pierotti al contrabbasso e Dario Rossi alla batteria, che presenteranno il progetto discografico Paolina and the android definito dai musicisti una colonna sonora per eventi passati e futuri. Ogni brano è il frutto di due pensieri musicali con armonie e ritmiche diverse che si scontrano diventando un’unica cosa. Le ispirazioni sono spesso lontane tra loro ma è proprio la ricerca della melodia a risolvere il brano, donandogli un’altra forma. Per questo progetto, Giovanni Benvenuti ha riunito intorno a sé i musicisti con i quali collabora da anni e con cui ha instaurato una profonda sintonia musicale e umana.

Gli altri concerti saranno il 25 agosto con Vallesanta Corde “Deviazioni”, l’8 settembre con Giorgio Ferrera 4tet “Thank you for the melody” e il 15 settembre con Anne Czichowsky 4tet “Standards and more”.

“Nell’anno in cui la Casa Museo Bruschi festeggia il ventesimo anniversario della sua apertura siamo davvero lieti di poter presentare la IX edizione del festival JazzandWine – afferma Carlo Sisi, Conservatore della Fondazione Ivan Bruschi. – Un evento che, rispondendo perfettamente ai propositi culturali della Fondazione, crea ogni anno un perfetto connubio tra arte, musica e sapori, soddisfacendo il desiderio del pubblico che sembra prediligere iniziative composite e variegate, che permettano più livelli di partecipazione” 

“La rassegna si è ormai conquistata un posto di primo piano nell’offerta culturale della città. – commenta Francesco Giustini, Presidente dell’Associazione Jazz On The Corner. – Lo vediamo dalle presenze sempre crescenti di un pubblico che ogni anno conferma il proprio interesse a seguire jazz di grande qualità in un contesto d’eccezionale bellezza. La rassegna sarà, anche per questa edizione, un itinerario alla scoperta di alcune delle infinite sonorità di quel grande caleidoscopio che è la musica Jazz.” 

La nona edizione vede il contributo di TCA spa a sostegno della direzione artistica del Festival: “Arte, musica, prodotti del territorio, nella cornice delle terrazze di Casa Bruschi, tutte eccellenze di Arezzo, territorio di cui come TCA facciamo parte da 46 anni. – dichiara Tommaso Chiarini, Global Business Development Manager. –Ci occupiamo di recuperare valore, e siamo felici di sostenere l’arte e chi è capace di offrire esperienze preziose, con il sentire e l’assaporare, riportando il valore al centro di esperienze sublimi, come queste serate.”

Molte le nuove collaborazioni intessute, con Arezzo Music Fest, Fondazione Guido d’Arezzo e Officine della Cultura, Taste Food and Wine per l’organizzazione dell’evento; con AIS Toscana delegazione di Arezzo, Strada del Vino Terre di Arezzo, Tenuta Canto alla Moraia, Enoteca Caffè Michelangelo e Azienda Agricola CampoCorto per la cura delle degustazioni.

Il costo di ogni serata è di € 12,00 a persona inclusa la prima degustazione, € 40,00 l’abbonamento. 

Biglietti in vendita presso la Casa Museo Ivan Bruschi.

Programma JazzandWine 2022

 

Giovedì 18 agosto

Giovanni Benvenuti trio

“Paolina and the Android” – presentazione disco

Giovanni Benvenuti, sax tenore

Francesco Pierotti, contrabbasso

Dario Rossi, batteria

 

Giovedì 25 agosto

Vallesanta Corde

“Deviazioni”: jazz e oltre

Andreas Peterman, violino

Fabio Roveri, chitarra

Renate Titze, contrabbasso

Jori Titze, cajon

 

Giovedì 8 settembre

Giorgio Ferrera 4tet

“Thank you for the melody”: modern jazz

Giorgio Ferrera, pianoforte

Francesco Giustini, tromba e flicorno

Francesco Sarrini, contrabbasso

Giovanni Paolo Liguori, batteria

 

Giovedì 15 settembre

Anne Czichowsky 4tet

“Standards and more”

Anne Czichowsky, voce

Niko Seibold, sax contralto

Christoph Neuhaus, chitarra

Roberto Koch, contrabbasso