Memorial Carlo Fardelli alla Scuderia Pan di Mulinelli

cavallo

Domenica 2 ottobre, con il patrocinio del Comune di Arezzo, si terrà presso la Scuderia Pan a Mulinelli l’undicesima edizione del Trofeo del Saracino Memorial Carlo Fardelli, manifestazione che ha ottenuto anche il patrocinio della Federazione Italiana Sport Equestri  Toscana e la tradizionale collaborazione dei quartieri e della dirigenza della Giostra del Saracino. Un evento che per l’associazione non è una semplice gara ma un importante momento di festa e integrazione: vi partecipano infatti gli allievi del pony club e bambini e ragazzi con disabilità.

“Metti a cavallo un ragazzo speciale – sottolineano il vicesindaco Lucia Tanti e l’assessore allo sport Federico Scapecchi – e avrai una giornata altrettanto speciale. Grazie alla Scuderia Pan, sport e sociale si ‘alleano’ ancora una volta diventando le due gambe che sostengono il corpo della solidarietà e dell’inclusione. L’associazione da sempre rivolge la sua attenzione ai bambini e agli adolescenti, con corsi di riabilitazione equestre e tante altre attività, trasformando il motto ‘un cavallo per amico’ in realtà concreta”.

Si comincia alle 10 con la consegna dei foulard da parte dei quartieri. A seguire sono programmate la gimkana in sella a pony e cavalli, la mini Giostra con bambini e ragazzi divisi in base al quartiere del cuore dalle 14,30 e la premiazione con consegna al quartiere vincitore del trofeo realizzato da Francesco Conti e di tanti altri premi e coccarde offerti da Coingas e dagli esercizi commerciali da anni vicini all’associazione dalle 17,30.

Il memorial chiude un’estate importante per la Scuderia Pan che ha partecipato per la squadra toscana con successo anche alle Ponyadi di un mese fa all’Arezzo International Horse, con tre podi nella specialità del Paraendurance: una medaglia d’oro, una d’argento e una di bronzo per tre squadre composte da un ragazzo con disabilità e uno normodotato che hanno portato a termine un percorso di tre chilometri in sella. La Scuderia Pan insieme alle associazioni Era e Casa di Pietro ha realizzato anche il progetto Esserci che ha ottenuto il contributo di Comune di Arezzo, Estra e Coingas.