Riaprono le porte del Teatro Dovizi di Bibbiena: al via la stagione teatrale 2022

Il Sindaco Vagnoli: "Siamo orgogliosi oggi di poter annunciare la riapertura del Teatro Dovizi e insieme la ripartenza delle attività."

Stagione 2022 Teatro Dovizi
Stagione 2022 Teatro Dovizi

BIBBIENA. Tornano finalmente ad aprirsi le porte del Teatro Dovizi di Bibbiena (AR), dopo quasi due anni di chiusura, per la Stagione Teatrale curata da NATA Teatro e Fondazione Toscana Spettacolo onlus in collaborazione con il Comune di Bibbiena.

“Siamo impazienti di tornare a far vivere le tavole di questo palcoscenico a noi così caro – dice il direttore artistico di NATA Teatro, Livio Valenti – Il Dovizi negli anni è diventato un luogo di aggregazione, uno spazio in cui la comunità si incontra e si riconosce e attraverso l’esperienza teatrale si diverte, si commuove, mette in moto la meraviglia. Con Fondazione Toscana Spettacolo e il Comune di Bibbiena abbiamo pensato ad una programmazione teatrale in larga parte all’insegna della comicità. Sentiamo forte la necessità di tornare a ridere insieme e alleggerire un po’ i nostri cuori, appesantiti da questi due lunghi e difficili anni. Ci auguriamo di vedervi tutti a Teatro, il nostro caro Dovizi, ora più bello che mai!”.

“Un teatro che riapre le porte ai propri spettatori – osserva la presidente della Fondazione Toscana Spettacolo onlus, Cristina Scaletti – rappresenta un bene prezioso per la comunità e per il suo territorio. La nuova stagione del Teatro Dovizi è un’opportunità da cogliere sia in termini di valore della proposta artistica che di ritrovata socialità. Un cartellone di prosa e uno di teatro ragazzi compongono un’offerta che contribuisce a porre nuovamente il Dovizi al centro della vita culturale di Bibbiena. Un luogo di condivisione a disposizione di un’intera comunità, un presidio di socialità che finalmente torna ad essere frequentato da spettatori di tutte le età”.

Presentiamo – spiega il direttore della Fondazione Toscana Spettacolo onlus, Patrizia Coletta – un programma fitto e articolato, che si rivolge ad una platea di spettatori diversificata e attenta. Dalla commedia dell’arte di Stivalaccio Teatro con Arlecchino furioso, ai Toscanacci Paolo Hendel, Riccardo Goretti e Andrea Kaemmerle; da Gaia Nanni con Gli ultimi saranno ultimi a Lorenzo Baglioni, all’omaggio dedicato a Franca Valeri da Nata Teatro, prende corpo un programma reso ancor più prezioso dal cartellone dedicato al pubblico dei più piccoli e delle famiglie”.

Il Sindaco di Bibbiena Filippo Vagnoli commenta: “Siamo orgogliosi oggi di poter annunciare la riapertura del Teatro Dovizi e insieme la ripartenza delle attività. In questi due anni la sua chiusura, insieme a quella di molte realtà culturali, ha pesato in maniera importante sulla nostra comunità, sul modo di percepire il presente e su quello di immaginare il futuro, tutte prerogative del teatro.

Oggi questa ripartenza implica anche un aspetto puramente tecnico ma essenziale per il futuro: l’amministrazione, con un investimento di circa 120 mila euro, restituisce ai cittadini e alla compagnia, un immobile completamente adeguato dal punto di vista delle normative antincendio in materia di pubblico spettacolo. Prendersi cura dei nostri immobili di pregio, significa mettere al sicuro le attività che si svolgono al loro interno e quindi gli stessi spettatori. Significa metter al sicuro la cultura”.