Accordo Comune e Istituto di Geofisica

Ad Arezzo verrà installata a breve una rete di monitoraggio sismico da parte dell'Istituto nazionale di Geologia e Vulcanologia (INGV). La relativa convenzione è stata firmata ieri a Roma dal vice sindaco Paolo Enrico Ammirati e dal direttore dell'INGV, Enzo Boschi. L'accordo, della durata di un anno, garantirà :
l'installazione di una rete di sensori sismici dislocati su una cintura intorno alla città, a completamento della stazione posta nel Bastione della Spina della Fortezza medicea.
– l'esecuzione di campagne di rilevazione del rumore sismico (sismicità di fondo impercettibile dall'uomo) in varie zone del territorio comunale
– l'elaborazione di studi e ricerche, sulla base delle misurazioni effettuate, in relazione all'amplificazione delle sollecitazioni sismiche da parte dei vari substrati geologici. Queste ricerche andranno a beneficio non soltanto della collettività locale ma anche della comunità scientifica più generale facendo di Arezzo la seconda città in Toscana dopo Pisa a contribuire alla raccolta di dati nazionali sulla sismicità.
In base alla convenzione, il Comune si accolla una spesa di 20.000 ? necessarri per concorrere al finanziamento dei contratti dei giovani ricercatori dell'Istituto, che operano anche presso la sede di Arezzo.

Articlolo scritto da: Andrea Mercanti