Verde pubblico

Coniugare l'erogazione di un servizio con l'impegno sociale. E' questo lo spirito con cui il Comune ha deciso di rinnovare la sua collaborazione con le Cooperative di tipo B – formate da persone svantaggiate – nel settore manutenzione del verde cittadino riservando loro un bando che è stato illustrato oggi nel corso di una conferenza stampa dagli assessori Rossella Angiolini ed Abramo Guerra.
Il bando – suddiviso in tre lotti perché altrimenti ingestibile, viste le dimensioni medie delle Cooperative B toscane – verte su complessivi 21 ettari di spazi per un totale di 230 mila euro cifra – ha sottolineato Guerra – corrispondente ad un terzo dell'impegno globale annuo dell'Ufficio del Verde pubblico. I primi due lotti riguardano il verde dei plessi scolastici, il terzo le aree sistemate a fiore.
Angiolini ha sottolineato il felice esito della joint venture tra Amministrazione e Cooperative di tipo B, sfociata due anni fa in un protocollo di intesa sottoscritto da alcuni assessorati che ha trovato applicazione in settori del terziario come manutenzione, pulizie ed attività di controllo e vigilanza nei luoghi di aggregazione ( come per esempio i centri di accoglienza). " Si tratta di una risposta sociale che ci sentiamo in dovere di dare – ha aggiunto – dal momento che la migliore forma di assistenza alle persone svantaggiate è di trovare loro un lavoro adeguato alle loro capacità."

Articlolo scritto da: Andrea Mercanti