Tellini alla conquista dell’europeo

L'Europeo arriva all'atto finale. A Baia Mare, cittadina situata nel nord della Romania, a circa 100 chilometri dal confine ungherese, dal 30 al primo agosto sono in programma le ultime tre prove che chiudono il campionato, di cui si sono disputate sinora sei prove in tre nazioni (Ungheria, Polonia e Italia). Tra le nazioni protagoniste sicuramente l'Italia. Un Italia che si presenta a questo appuntamento, oltre che con la maggior parte dei propri piloti a lottare per le prime dieci posizioni e l'ottimo secondo posto provvisorio tra le Nazioni, rigenerata nello spirito. Questo grazie soprattutto alla nuova formazione Azzurra voluta appositamente dal Commissario Tecnico Franco Gualdi e presentata ad Ampezzo (UD) lo scorso 17 luglio in occasione degli Assoluti d'Italia.

I sei chiamati a difendere i colori azzurri della ormai classica maglia nazionale saranno i due alfieri del Team KTM Romanelli, Roberto Rota e Juri Simoncini, insieme ad Andrea Belotti, indiscusso asso dell'Husqvarna Mucci Racing, Daniele Tellini (Yamaha) e i due giovani piloti del Team Italia, Maurizio Facchin (Honda) e Maurizio Magherini (Yamaha), entrambi nella 250 Junior.
Occhi puntati soprattutto su Simoncini, leader di classifica nella classe 4 t con l'obiettivo di portare a casa il suo primo titolo continentale, mentre Belotti, mattatore assoluto nella precedente prova di Terni, secondo nella 250 Senior è troppo staccato dal ceco Kuklik per sperare di scavalcarlo. Qualche speranza in più per Rota, terzo nella 125 junior con 23 punti di distacco dal leader, il tedesco Hartmann. ''Capitan'' Magherini, nonostante i due ultimi terzi posti di Terni, milita purtroppo in decima posizione, costretto a pagare le conseguenze di una stagione caratterizzata da infortuni. A caccia del podio invece Facchin, che non si accontenterà di certo della sua quinta posizione a attenderà la tre giorni rumena per scavalcare il tedesco Kehr e lo svedese Wicksell. Presenti alla finale anche altri tre alfieri del Team Italia, Carlo Conforti (Ktm), Manuel Pievani (Ktm) e Marco Pasquali (Honda) che si confronteranno tutti nella 125 Junior. Assente, oltre ad Andrea Fossati e Jonathan Bocci, anche Stefano Caffaratti (Husky) costretto all'ultimo a rinunciare alla trasferta per un infortunio alla spalla.

La gara di Baia Mare si disputerà come una ''mini Sei Giorni'', su un percorso di 62 chilometri con due speciali a giro (un fettucciato e una prova enduro). Venerdì e sabato i giri da percorrere saranno addirittura quattro, mentre domenica come di consueto, tifo e bandiere tricolori per la spettacolare e decisiva prova finale di cross. Considerato che nella classifica per Nazioni sono solamente sette i punti che ci distaccano dalla temuta ma non irraggiungibile Francia, non è detto che a suonare per il primo posto sia proprio l'inno italiano.

Articlolo scritto da: Life Team