Cerimonida d’intitolazione scale mobili

Sabato mattina, a partire dalle ore 10.30, si svolgerà la cerimonia di intitolazione del percorso delle scale mobili (Salita Piero Magi, Passeggiata Anna Maria Maetzke, Emiciclo Giovanni Paolo II), alla quale prenderanno parte il sindaco Luigi Lucherini, il Vescovo Gualtiero Bassetti e le autorità cittadine.

Piero Magi (1922 ?2003) ha dedicato la sua vita al giornalismo, cominciando a scrivere di cronaca aretina al Nuovo Corriere e passando a La Nazione nel 1954, dove è stato per vent?anni inviato speciale prima di diventare capo redattore, vice direttore e infine direttore nel 1982. Accanto al giornalista, lo scrittore: Magi ha firmato libri di costume, satira politica, storia, pubblicati soprattutto dalla Casa Editrice Bonechi. Dopo la sua scomparsa, con una parte della sua ricca biblioteca personale è stato costituito il ?Fondo Bibliografico Piero Magi? che fa parte della Biblioteca della città di Arezzo.
Anna Maria Maetzke (1942 ? 2004) ha ricoperto dal 1972 la carica di Direttore dei beni storici e artistici della Soprintendenza ai monumenti e gallerie di Arezzo, dove ha iniziato a lavorare nel 1969, curando le attività di catalogazione, tutela e restauro, nonché quella di direzione dei musei statali cittadini. Nel 1988 è diventata responsabile della guida della Soprintendenza e nel 1990 ha diretto le operazioni di restauro del ciclo pierfrancescano all?interno della cappella Maggiore di San Francesco, concluso con l?inaugurazione dell?aprile 2000, ottenendo un generale consenso di critica e pubblico, con un forte incremento di visitatori negli anni seguenti. Nel 1997 è stata insignita da Giovanni Paolo II dell?Ordine vaticano di San Silvestro Papa, per il lavoro svolto nei confronti del patrimonio ecclesiastico.
Karol Wojtyla (1920 ?2005) è stato il primo Papa straniero dopo Adriano VI, fiammingo eletto nel 1523, e primo Papa polacco in assoluto. Già Arcivescovo di Cracovia, fu nominato Cardinale il 26 giugno 1967 da Paolo VI ed eletto Papa il 16 ottobre 1978 col nome di Giovanni Paolo II. Il lungo pontificato e il carattere anticonformista ne hanno fatto uno dei massimi protagonisti della recente storia politica e sociale del mondo, oltre che un Pontefice molto amato dai fedeli. E? tuttora vivo nella memoria degli aretini, il ricordo della sua visita alla Diocesi di Arezzo, Cortona e Sansepolcro nel 1993, quando il Papa fu protagonista di un autentico bagno di folla.

Articlolo scritto da: Comune di Arezzo