Il Trio Esterhazy al Bicchieraia

Venerdì 1 aprile, al Teatro della Bicchierata, ecco il secondo appuntamento con L?Altro Nuovo, la rassegna che la Fondazione Toscana Musica e Arte dedica alla musica dei nostri giorni, ed insieme apre alla letteratura musicale più rara e meno frequentata. Protagonista di questo secondo concerto sarà il Trio Esterhazy, che vede assieme la flautista Maria Fabiani, Palma Tironi all?arpa e Demetrio Comuzzi alla viola. Dunque, un organico inconsueto, che combina, però, sonorità particolarmente suggestive ed accattivanti. Un organico che, proprio a causa della sua specificità e delle sue straordinarie possibilità sonore, ha affascinato molti compositori, tra i quali Claude Debussy. E? lui l?autore della principale tra le opere dedicate a questa formazione, la Sonata per flauto, viola e arpa, che è al centro, naturalmente, del programma del concerto del Trio Esterhazy, vero e proprio manifesto dell?estetica musicale del compositore francese. Francese è anche il Jean-Marie Leclair del Triosonate op. II n. 8, con il quale si aprirà la serata, mentre, ciascuna a suo modo, s?ispirano ed omaggiano Debussy anche Confinia Noctis di Fabrizio Festa (ispirato intenzionalmente all?arte di Ovidio) e Notturno di Raffaele Bellafronte. Completano il programma due pagine brillanti, e che metteranno in piena luce anche le doti tecniche di questi eccellenti interpreti: la Sonata per flauto, arpa e viola di Antonio Lotti e la Suite Popular Espagnola di Manuel Buendia.

Info concerto

Articlolo scritto da: Fondazione Toscana Musica e Arte