Intervento di Dringoli sulla giunta

L?intervento dell?Assessore Chianucci sul Corriere rende evidenti le responsabilità del Sindaco per la situazione che si è determinata al Comune di Arezzo, l?implosione della maggioranza, lo scontro sulle varianti e il fallimento della politica urbanistica della Giunta.
I fatti dimostrano il grave fallimento della politica urbanistica, su cui si è consumata la scontro nella maggioranza.
Rispetto ad un Piano Strutturale adottato nel dicembre 2003, a 2800 osservazioni presentate, dopo due anni di distanza nessuna è stata esaminata. Adesso rimane un solo anno per esaminare le Osservazioni, approvare definitivamente il Piano e il Nuovo Regolamento Urbanistico.
E il Sindaco va a Reggio Calabria per illustrare il Piano di Arezzo, come esempio a livello nazionale? Ma non scherziamo!!
Potrà forse spiegare come si utilizza un luminare per predisporre un Piano Strutturale e poi come si svuota di fatto, attivando varianti a ripetizione di enormi proporzioni?! Oppure come si può evitare che pratiche in contrasto al Piano possano essere respinte dal Consiglio? semplice si abbandona l?aula perché sono riconducibili alla Lucherini Consulting?
Adesso si apre il percorso del Piano Strutturale solo grazie alla delibera presentata dal centrosinistra che sospende l?esame delle varianti. Poteva essere approvata a luglio, se anche in quella occasione il centrodestra, Sindaco in testa, non avessero abbandonato l?aula. Se non avessimo votato questa delibera, addio Piano, visto la mole di varianti attivate dalla giunta e i gravi contrasti nel centrodestra!
La famigerata delibera sarebbe nata, sostiene Chianucci, da un accordo trasversale nella CAT? Ma vada a rileggersi un anno di verbali della CAT per vedere come hanno votato i consiglieri del centrodestra, e quelli del centrosinistra, i forti scontri che si sono registrati. Oppure vada a rileggersi un anno di rassegne stampa, che riportano le ripetute denuncie dell?opposizione sulla gestione della CAT da parte loro e la richiesta continua di passare al Piano Strutturale.
Chianucci si è svegliato tardi?troppo tardi..
Il fallimento della politica urbanistica sta tutto in questo gravissimo ritardo accumulato, nello scontro interno alla maggioranza sulla gestione delle varianti piccole e grandi?
Sta nella perdita dei finanziamenti per il Contratto di Quartiere per dieci milioni di euro?ma Chianucci dice che il progettto era buono, solo chi doveva seguirlo al Ministero non si è dato da fare (qui dovrebbero intervenire la senatrice Sestini perché è stata chiamata in causa e la Magistratura?.perché sembra che non sia sufficiente la bontà dei progetti).
E adesso rischiamo di perdere il POR della Regione, un milione di euro già finanziati per fare edilizia pubblica per le persone più bisognose (per la verità lo avremmo già perso se la Regione non avesse prorogato i termini qualche giorno fa). Vergogna?.coltivare le varianti dei gruppi di potere e perdere finanziamenti per l?edilizia pubblica.
Credo anch?io che sia necessario fare appello al senso di responsabilità verso la città. La stanno paralizzano?.non si stanno occupando dei rilevanti problemi economici e sociali? se il Sindaco non è capace di far sintesi nella sua maggioranza, per senso di responsabilità e dignità si dovrebbe dimettere prima possibile.

Franco Dringoli
Consigliere Comunale di Rifondazione Comunista

Articlolo scritto da: Franco Dringoli