Sedicenti incaricati AISA chiedono firme

Sedicenti incaricati Aisa chiedono di mettere la firma su presunti moduli dell?Azienda di Igiene Urbana. A segnalare il caso è Aisa dopo la denuncia presentata presso la Questura di Arezzo da una utente, una signora contattata presso la propria abitazione da ignoti. Questi, nei giorni scorsi, si sono spacciati per addetti Aisa e con la scusa di renderle più comodo il conferimento della spazzatura al cassonetto ubicato vicino a casa hanno invitato la donna a firmare alcuni moduli.
?Le possiamo mettere il cassonetto nella sua proprietà, gratuitamente, basta la sua firma ?, le hanno detto. La signora insospettita si è rifiutata di scrivere il proprio nome e cognome su quei fogli, congedati i sedicenti incaricati Aisa, ha pensato bene di domandare chiarimenti presso la sede dell?Azienda. Qui, le è stata confermato che Aisa non ha dato mandato ad alcuno di svolgere una simile funzione, tantomeno di invitare gli utenti a firmare qualunque modulistica presso il proprio domicilio al fine di trasferire il cassonetto in una ubicazione più comoda. Il caso è stato segnalato alla Questura. Aisa mette in allerta la propria utenza dinanzi al rischio di simili tentativi di truffa e invita chiunque a segnalarli presentando denuncia alla Questura.
In occasione della conferenza stampa in programma martedì 4 Ottobre, sull?Ordinanza comunale che disciplina il conferimento dei rifiuti , sarà presente la Polizia di Stato che darà validi consigli su come evitare simili episodi.

Articlolo scritto da: AISA s.p.a.