Orientarezzo2006: didattica e orientamento

AREZZO – La dispersione scolastica sta diventando un problema anche per la Regione Toscana, lo dicono le cifre, lo dice quel 21,9 per cento, un tasso più basso della media italiana e più alto di quella europea. Certamente un tasso che investe anche il nostro territorio provinciale. Per questo motivo l’assessore all’Istruzione della Provincia di Arezzo, Emanuela Caroti, ha deciso di organizzare all’interno di Orientarezzo, luogo per eccellenza dell’offerta formativa di Arezzo e dintorni, un convegno dal titolo: "Didattica & orientamento: antidoti alla dispersione". "L’idea del convegno" sottolinea Emanuela Caroti "nasce dall’esigenza di affrontare un tema complesso come quello della dispersione scolastica, un tema che innanzi tutto investe la scuola e sullo stesso piano lo studente, sia come individuo che come membro di una comunità, sia essa la famiglia, la scuola stessa, la società. La dispersione scolastica è una sconfitta generata sia da dinamiche scolastiche che extrascolastiche, per questo dobbiamo puntare a un orientamento maggiormente proficuo che tenga conto delle intelligenze e delle qualità del singolo, oltre a una didattica più rispondente ai bisogni individuali". "Due" continua l’assessore Caroti "gli elementi da non trascurare. Da una parte il dato toscano che c’indica una dispersione scolastica del 21,9 per cento sul totale della popolazione studentesca, dall’altra la presenza di cittadini extracomunitari e comunitari che incidono in gran misura sui numeri dell’abbandono. Anche in questo caso la didattica deve fare i suoi passi e mettersi al passo coi tempi, altrimenti la lingua, una lingua attraverso la quale lo studente possa studiare, apprendere, approfondire, può diventare un muro invalicabile". Il convegno, che si svolgerà nella sala conferenze del Centro Affari e Convegni, inizierà alle ore 15 con i saluti delle autorità e l’apertura dei lavori da parte dell’assessore provinciale all’Istruzione Emanuela Caroti. Alle 15.30 sarà la volta di Franco Fabbroni, professore ordinario di Pedagogia generale presso la Facoltà di Scienze della formazione dell’università di Bologna, con "La didattica al centro della scuola che verrà". Alle 16.15 "A scuola mi oriento" di Anna Grimaldi, dirigente area politiche per l’orientamento dell’ISFOL, alle 17 Massimo Baldacci, Pedagogia generale presso la Facoltà di Scienze della formazione dell’università di Urbino, con "Strategie di prevenzione della dispersione". Chiuderà Loretta Fabbri con "Progettazione integrata e condivisione di pratiche. L’esperienza del Centro Risorse Orientamento", professoressa ordinaria di Didattica generale presso la facoltà di Lettere e filosofia di Arezzo, università degli studi di Siena.