PRC su vicenda strage di S. Polo

I consiglieri comunali del PRC Alfio Nicotra, Franco Dringoli e Marco Bianchi esprimono ?soddisfazione per la decisione della giunta comunale di costituire il Comune di Arezzo parte civile nel processo sulla strage nazista di S.Polo. Una decisione che? secondo i consiglieri del PRC ?corregge una precedente e profondamente sbagliata delibera di giunta, che invece di fatto negava questa costituzione?. Per Nicotra, Dringoli e Bianchi però ?è inopportuna la decisione della giunta di avvalersi delle prestazioni professionali dell?avv. Maurizio Bianconi. Sia chiaro? sostengono i tre consiglieri ?niente da eccepire sulle capacità professionali della persona, ma Bianconi ha anche incarichi istituzionali, capogruppo in Regione e consigliere provinciale di AN. E? per questo profondamente sbagliato che un?amministrazione comunale, che insiste sullo stesso collegio elettorale in cui è stato eletto Bianconi, conferisca lavori a chi ha incarichi istituzionali. Altra cosa sarebbe stato chiedere, nel nome dell?antifascismo e dei valori condivisi della resistenza al nazismo, a professionisti di diverso orientamento politico di mettere a disposizione gratuitamente le proprie prestazioni, al fine di rappresentare coralmente l?intera comunità aretina di fronte ai responsabili di quella orribile strage. Per questa ragione? concludono Nicotra, Dringoli e Bianchi ?il gruppo del PRC invita il Sindaco a rivedere la decisione di affidare l?incarico al solo avv. Bianconi e di assumere una iniziativa per far sì che si costituisca un pool di avvocati in grado di rappresentare in tribunale l?indignazione civile di Arezzo democratica e antifascista.?

I Consiglieri di Rifondazione Comunista
Alfio Nicotra, Franco Dringoli e Marco Bianchi

Articlolo scritto da: Gruppo consiliare Prc