Saltato il consiglio comunale

E? tornato a riunirsi il Consiglio Comunale alle 21 di ieri sera, concluso ancora con un nulla di fatto. La seduta era incentrata sulla surroga dei tre Consiglieri dimissionari Andrea Banchetti, Pietro Alberti e Alessandro Cipolleschi. La convocazione faceva seguito alla comunicazione del Difensore Civico della Toscana nella quale si diffidava il Consiglio Comunale a procedere alla surroga dei Consiglieri dimissionari entro e non oltre il giorno 25 gennaio 2006. Venti i Consiglieri che hanno risposto all?appello, diciotto della maggioranza e due dell?opposizione. La seduta è stata sciolta dal presidente Civitelli. Nel corso della conferenza stampa che ha seguito il Consiglio Comunale il Sindaco ing. Luigi Lucherini ha parlato di ?offesa alla democrazia.? Secondo il primo cittadino ?si impedisce di fatto la ricomposizione del Consiglio Comunale che è un atto dovuto per legge. Viene negato a tre cittadini liberamente eletti dal popolo il diritto di sedersi in Consiglio Comunale. La democrazia si basa su regole ben precise e sul rispetto di quei diritti innegabili. Per la terza volta viene impedito l?esercizio di questo diritto costituzionale e democratico ribadito dal Difensore Civico regionale il quale aveva diffidato il Consiglio a procedere alla surroga dei tre consiglieri comunali. Stigmatizzo l?atteggiamento di alcuni consiglieri dell?opposizione che durante l?inno di Mameli mostrano le mani per tentare di farci capire che le loro sono più pulite delle nostre. Comportamento disdicevole e offensivo, nessuno può sostituirsi alla magistratura. Nel 1999 quando i cittadini mi elessero per la prima volta tappezzarono la città di manifesti con su scritto: Lucherini ci ha usurpato il potere. Non ci resta che dichiarare al Difensore Civico che il Consiglio, nonostante la diffida, non ha adempiuto all?obbligo della surroga. Bella dimostrazione di autodeterminazione. Mi chiedo chi pagherà il Commissario ad acta che verrà nominato dal Difensore Civico?. Ha preso poi la parola il Presidente del Consiglio Comunale Oreste Civitelli il quale ha espresso ?profondo rammarico per il dialogo respinto da parte dell?opposizione. Sono perplesso? continua Civitelli ?di fronte a coloro che commettono un atto illegittimo ben sapendo quelli che erano i disposti di legge. Il Difensore Civico prima di emettere la diffida si era consultato con l?ufficio legale della Giunta Regionale. Voglio esprimere a tal riguardo un ringraziamento al dottor Morales, al Presidente Martini e alla Giunta Regionale della Toscana che hanno dato una grande lezione non raccolta da molti consiglieri dell?opposizione?

Articlolo scritto da: Comune di Arezzo