Arrestato rapinatore sull’A1 dopo sparatoria con la Polizia

AREZZO – Intorno alle ore 23.40 di lunedì 23.4.2007 veniva diramata la nota di ricerca di un motociclo Kawasaki Ninja in quanto il legittimo proprietario della moto, mentre stava facendo rifornimento in un distributore di Roma, era stato avvicinato da uno sconosciuto che minacciandolo con una pistola lo costringeva a farlo risalire sulla moto ed entrambi si allontanavano sul veicolo. Il conducente era stato costretto ad entrare in autostrada in direzione nord, una volta giunti all'altezza del casello di Orvieto, il rapinatore faceva uscire dall'autostrada il proprietario del mezzo, e dopo averlo portato in una zona poco frequentata lo rapinava, sempre sotto la minaccia di una pistola, dei soldi e di alcuni monili d'oro che l'uomo aveva addosso.

Il rapinatore poi si dava alla fuga da solo alla guida della moto, circa verso le ore 00.20 il mezzo, veniva visto sfrecciare ad alta velocità in direzione nord dell'A1 poco prima del casello di Chiusi, da una pattuglia della Sottosezione di Orvieto, che cercava inutilmente di intimargli l'alt, ma il fuggitivo accelerava ancora e fuggiva alla pattuglia. Le pattuglie della sottosezione di Arezzo intanto si erano appostate nei pressi del casello di Valdichiana per intercettare la moto infatti pochi istanti dopo il mezzo transitava ed il conducente continuava la fuga a forte velocità zigzagando tra gli altri mezzi e creando un grave pericolo al fine di far perdere le proprie tracce. Al fine di cercare di fermare la moto, una pattuglia dopo aver esploso dei colpi in aria a scopo intimidatorio, esplodeva tre colpi all'indirizzo della ruota posteriore del mezzo che andavano a segno, costringendo il fuggitivo a rallentare. Nonostante cioè cercava ancora comunque la fuga speronando addiruttura un'altra pattuglia della Sottosezione, che alla fine lo stringeva contro il guard rail bloccandolo definitivamente. Il rapinatore veniva immediatamente bloccato e perquisito l'arma non veniva rinvenuta in quanto probabilmente gettata durante la fuga.

L'uomo un pluripregiudicato napoletano L.I. di 26 anni veniva tratto in arresto per i reati di rapina continuata ed aggravata, sequestro di persona e resistenza a P.U. L'uomo veniva quindi condotto al carcere di Arezzo a disposizione dell'A.G. e la moto restituita al legittimo proprietario.

La Moto Kawasaki Ninja