Atti di vandalismo contro i manifesti del PdCI

AREZZO – I comunisti italiani di Montevarchi informano di aver sporto denuncia contro ignoti all’Autorità di Pubblica Sicurezza in relazione al susseguirsi di numerosi atti di vandalismo contro i manifesti affissi dal nostro partito.

Il Partito dei Comunisti Italiani dispone, come del resto altre forze politiche, nella parte centrale di Via Roma a Montevarchi, di fronte a Piazza Varchi, di un supporto di legno, al quale siamo soliti affiggere i manifesti che rappresentano la nostra linea, le nostre idee, o illustrano vari commenti sulla politica locale e nazionale. Nel corso del tempo, e ripetutamente, questi nostri manifesti sono stati strappati o rimossi da mani ignote.

L’ultimo di questi episodi ha interessato un manifesto contenente notizie sul congresso del nostro partito che si è tenuto a Viareggio il 14 e 15 aprile, scomparso in breve tempo dopo l’affissione.

Questi fatti s’inseriscono in una serie d’episodi che, oltre al nostro partito, hanno recentemente danneggiato, nella nostra zona, anche altri partiti, sia di maggioranza che d’opposizione. Non abbiamo la pretesa che le nostre idee piacciano a tutti, ma ci dispiace dover constatare che nel nostro territorio ci sono persone che non solo nutrono insofferenza per il nostro partito (che non è una cosa grave nel quadro della normale dialettica politica), ma soprattutto nutrono disprezzo per la DEMOCRAZIA e le idee degli altri, e questo lo reputiamo un fatto molto grave.

PdCI circolo di Montevarchi