Finanziaria 2007: un convegno per capirne le regole

AREZZO – La Finanziaria 2007 è destinata a stravolgere il mercato immobiliare e a cambiare radicalmente la professione degli agenti, circa trecento nella sola provincia di Arezzo.
Per questo motivo, la sezione aretina della FIMAA (Federazione Italiana Mediatori e Agenti d’Affari) – Confcommercio, a cui aderiscono circa duecento agenzie immobiliari, organizza una serie di incontri di approfondimento che metteranno a confronto gli operatori con esperti di fisco e legislazione.

Si parte domani (venerdì 26 gennaio 2007), con il seminario che si tiene alle alle ore 15 presso la sede di Arezzo dell’Associazione dei Commercianti, in via XXV Aprile 12. Interverranno come relatori Antonella Monaca, dirigente dell’Agenzia delle Entrate, Marco Randellini, responsabile dell’ufficio legale della Camera di Commercio, Paolo Pesando, avvocato della FIMAA nazionale e il notaio Francesco Cirianni.
“La Finanziaria apre un futuro di luci ed ombre per la nostra categoria” dice Roberto Torzini, presidente della FIMAA di Arezzo. “Luci perché finalmente dà una grossa spallata all’abusivismo, che nel nostro settore è una piaga ancora troppo viva. Chi si improvvisa mediatore senza avere i requisiti di legge, sulla scia dei vecchi sensali di memoria contadina, avrà vita breve perché adesso è obbligatorio registrare anche le scritture private non autenticate, come contratti di locazione o preliminari di vendita, segnando i dati identificativi del mediatore, ovvero il suo numero di iscrizione al Ruolo degli Agenti, istituito presso la Camera di Commercio. Automaticamente, chi non è iscritto al Ruolo non potrà effettuare attività di mediazione”

“D’altra parte” prosegue il presidente Torzini “la Finanziaria obbliga gli agenti a pagare in solido con i contraenti l’imposta dovuta per la registrazione di ogni atto. Vale a dire che dovremo rispondere noi di eventuali inadempienze dei nostri clienti. Questo ci responsabilizza molto, fin troppo però: non vogliamo diventare agenti del Fisco. Il seminario di domani” conclude il presidente della FIMAA di Arezzo “ci aiuterà a chiarire i nostri dubbi, anche per evitare errori visto il forte insaprimento delle sanzioni”.

Articlolo scritto da: Luca Salvadori