Novartis Vaccines e Meyer per un ospedale a misura di bambino

FIRENZE – Un ospedale sempre più a misura di bambino, anche negli arredi. Ieri, nella sala d’attesa antistante agli ambulatori del nuovo Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze, sono stati ufficialmente presentati gli arredi di una sala giochi interamente ideata secondo principi ludici che mirano a garantire il benessere fisico e psicologico del bambino. Il progetto della sala è stato realizzato grazie al contributo dei dipendenti di Novartis Vaccines di Siena, che hanno destinato al Meyer l’equivalente delle strenne aziendali del Natale 2005, per un valore complessivo di 25mila euro. Alla presentazione della sala d’attesa ha presenziato una delegazione Novartis, a cui il dottor Carlo Barburini, direttore della Fondazione dell’Ospedale Pediatrico Meyer, ha illustrato le caratteristiche di mobili e arredi ideati perché costituiscano un’occasione di gioco, scoperta ed esperienza sensoriale del mondo.

“Il nuovo Meyer – spiega il dr. Barburini – è stato pensato come ospedale che rispetta la dimensione ludica del bambino e ne agevoli la crescita fisica e psicologica. Al Meyer il bambino non è un mero soggetto di cure ma è un protagonista attivo di valori, diritti, espressività. Questo spaio realizzato da Care Toys il laboratorio di progettazione di giochi e spazi ludici pediatrici creato dalla Fondazione Meyer in collaborazione con l’Isia, l’assessorato all’Educazione del Comune di Pistoia e la Cooperativa Arca, si realizza grazie al contributo collettivo dei lavoratori di Novartis. Un gesto di solidarietà di cui voglio sottolinearne l’importanza”.

“Il gesto dei dipendenti Novartis Vaccines – afferma Gianluca Magnani, manager Risorse Umane – rappresenta un’estensione della missione della nostra azienda, che ha fra i suoi obiettivi la prevenzione e la tutela dei più piccoli”. Come unico produttore di vaccini in Italia e fornitore di vaccini pediatrici all’Unicef, Novartis Vaccines rivolge da sempre un’attenzione particolare ai bambini e alle loro necessità. “Ci riempie di soddisfazione – spiega Federica Rinaldi, delle Rappresentanze Sindacali Unitarie di Novartis Vaccines – sapere che il nostro contributo ha reso possibile la realizzazione di questo progetto, volto a rispondere al particolare bisogno di sicurezza e protezione di cui il bambino necessita quando si trova in un ambiente come l’ospedale. Siamo felici di aver contribuito alla nascita di uno spazio giochi ,come questo, che avvicina i bimbi e le loro famiglie alle cure mediche aiutandoli ad affrontare le terapie attraverso il gioco e il sorriso”.